Cronaca

Problemi Dazn, esposto del Codacons: “Verifiche per controllare il servizio”

"Chiederemo di aprire una nuova indagine sulla società" fanno sapere

Sui problemi tecnici di Dazn nel corso delle partite di ieri si abbatte l’ira delle associazioni a tutela dei consumatori. Prima fra tutte il Codacons, che oggi annuncia all’Adnkronos un esposto all’Agcom affinché intervenga nuovamente sui disservizi della piattaforma. ‘Presenteremo oggi stesso un esposto all’Autorità delle comunicazioni chiedendo di aprire una nuova indagine sulla società per verificare se Dazn abbia adottato tutti gli accorgimenti tecnici per garantire il servizio ai propri abbonati ed eliminare le criticità riscontrate in passato”, afferma il presidente Carlo Rienzi.

Codacons, nuovo esposto dopo i problemi tecnici di Dazn

L’azienda -scandisce il presidente dell’associazione dei consumatorideve inoltre potenziare il servizio clienti offrendo assistenza telefonica tramite call center 24 ore su 24 a tutti gli abbonati, in modo da venire incontro alle richieste di aiuto di chi, durante la visione di una partita, subisce problemi tecnici”.

Anche l’Associazione utenti dei servizi radiotelevisivi minaccia azioni legali. “Anno nuovo problemi vecchi per gli abbonati Dazn. Ancora una volta si sono infatti registrati gravi disservizi durante la visione delle partite che hanno creato immensi disagi ai tifosi che, ricordiamo, pagano abbonamenti per ricevere un servizio che deve essere efficiente e soprattutto costante – spiega all’Adnkronos il presidente Aldo Azzaro A fronte dei problemi riscontrati durante la visione dell’incontro Inter-Napoli e delle tante proteste degli abbonati, chiediamo oggi a Dazn di riconoscere un indennizzo automatico a tutti i clienti coinvolti nel disservizio: in caso contrario valuteremo le azioni legali da intraprendere a tutela dei danneggiati”.

Interviene il ministro Urso

A tutela dei consumatori ho convocato per il 12 gennaio al Mimit i vertici della società Dazn, alla presenza anche del ministro dello Sport, Andrea Abodi e dei vertici della Serie A”. Lo annuncia il ministro delle Imprese e del Made in Italy, Adolfo Urso.

Articoli correlati

Back to top button