Cronaca

Bergamo, fa prostituire il cane: scoperto dalle Iene: condannato

Faceva prostituire il suo cane, 58enne condannato per maltrattamenti: nel 2018 fu smascherato da un collaboratore de Le Iene

Arriva la condanna per l’uomo che faceva prostituire il suo cane. Il 58enne Giovanni Sulas di Seriate (provincia di Bergamo) nel 2018 fu smascherato da un collaboratore de Le Iene che si finse un “cliente” salvo poi uscire allo scoperto con la troupe.

Faceva prostituire il suo cane, 58enne bergamasco condannato

Il 58enne – come riportato dal Corriere della Sera – è stato condannato a 2 anni e 4 mesi, in abbreviato, con  l’accusa di maltrattamenti di animali ed estorsione. L’uomo era accusato di avere utilizzato il cane di un amico, un american staffordshire terrier, al fine di organizzare appuntamenti a luci rosse in un appartamento del quartiere bergamasco di Redona.

Il servizio de Le Iene

Nel 2018 l’inviato de Le Iene Emanuele Flaminio si presentò all’appuntamento. Il 58enne chiese 20 euro al giornalista dopo che quest’ultimo si tirò indietro dopo aver fatto alcune domande. Successivamente fu denunciato ai carabinieri. Il cane intanto è stato restituito al legittimo proprietario, un amico di Sulas, che sostiene di non avere mai saputo nulla di quegli incontri a pagamento.

Articoli correlati

Back to top button