Curiosità

Retroattività e ultrattività della polizza RC Avvocato

Questa polizza è stata perciò introdotta, per la prima volta, con l’art. 12 della legge n.247 del 2012 e successivamente resa obbligatoria con il D.M. 22/09/2016

L’assicurazione RC professionale per avvocati copre la responsabilità civile dell’avvocato per eventuali danni arrecati a clienti (o a terzi) durante l’esercizio della professione, anche in caso di colpa grave. Parliamo di danni patrimoniali e non, indiretti, temporanei, permanenti e futuri.

In assenza di questa garanzia, infatti, l’avvocato dovrebbe rispondere con il proprio patrimonio e i clienti rischierebbero di non vedere tutelato il proprio diritto al risarcimento del danno.

Questa polizza è stata perciò introdotta, per la prima volta, con l’art. 12 della legge n.247 del 2012 e successivamente resa obbligatoria con il D.M. 22/09/2016.

Il Decreto delinea le caratteristiche principali della polizza: dalle tipologie di danni per le quali è prevista la copertura ai massimali minimi, sino alla retroattività e ultrattività.

L’art. 2 del Decreto stabilisce che le assicurazioni RC professionali per gli avvocati debbano prevedere, infatti, una retroattività illimitata anche in favore degli eredi e una ultrattività di almeno dieci anni, nel caso in cui il soggetto decida di terminare l’attività nel periodo di validità del contratto.

Ma, a cosa servono la retroattività e l’ultrattività?

La retroattività illimitata copre l’avvocato da eventuali richieste di risarcimento pervenute in seguito alla stipula della polizza, anche nel caso in cui il danno sia stato commesso in un periodo antecedente.

Tuttavia, perché operi la retroattività della copertura, l’avvocato non deve essere a conoscenza del possibile sinistro. Questa è una condizione essenziale per ottenere il risarcimento dell’eventuale danno cagionato. La conoscenza del danno, invece, comporta il rigetto della richiesta di risarcimento.

La ultrattività, invece, garantisce un ulteriore periodo di copertura che, secondo il decreto, non può essere inferiore ai dieci anni all’avvocato che termina la propria attività nel periodo di vigenza della polizza.

Interviene perciò nei casi di pensionamento, interruzione dell’attività professionale o decesso.

Riassumendo, grazie a queste tutele la RCP Avvocato è uno strumento assicurativo fondamentale per evitare i rischi nei quali potresti incorrere (rimborsi, cause legali, ecc.) per una professione delicata come questa.

Oltre ad essere un obbligo di legge per i professionisti iscritti all’ordine, la RC professionale dell’avvocato serve, infatti, a tenerti indenne dal risarcimento che saresti tenuto a pagare se ritenuto civilmente responsabile.

Stai cercando una RC professionale per Avvocato deducibile al 100% e con retroattività illimitata?

Un esempio è l’Assicurazione professionale Avvocati di Axieme, il primo consulente assicurativo digitale e indipendente, con cui puoi sottoscrivere la tua assicurazione velocemente e accedere a tutte le informazioni da ogni posto e con qualunque dispositivo pur con l’assistenza di un consulente dedicato, di cui ogni cliente ha recapiti e numero telefonico diretto.

Axieme è anche l’assicurazione che fa del bene. È infatti la prima realtà nel settore assicurativo con un modello etico e sostenibile esclusivo grazie al “Giveback”, che ogni assicurato può scegliere a quale delle associazioni benefiche partner destinare.

Gli esperti del settore la definiscono “Social Insurance”: “social” perché la community contribuisce a fare del bene con una logica mutualistica e “social” anche per l’impatto sociale che ciascuno di noi può avere scegliendo di assicurarsi in questa modalità.

Articoli correlati

Back to top button