Cronaca

Roma, fotografano le bambine in spiaggia: pedofili inseguiti dai bagnanti

Due uomini stavano importunando una decina di bambine in spiaggia: prima le foto e po le avances. È successo in spiaggia a Ostia, a Roma.

Fotografano le bambine in spiaggia: pedofili inseguiti

E così un tranquillo pomeriggio di luglio si trasforma in un incubo per le bimbe che stavano giocando in spiaggia a Ostia, a Roma. Tutto è accaduto poco dopo le 16, quando due cittadini del Bangladesh sono arrivati allo stabilimento Elmi, a due passi dal Pontile, entrando dal varco che dà il libero accesso al bagnasciuga. Bevono birre e poi si spogliano restando solo in slip.

Così iniziano a prendere di mira il gruppo di bimbe che stava giocando sulla battigia: scattano foto e cercano di avvicinarle. «Vieni con me, baby», gli avrebbe detto uno dei due a una bambina di appena nove anni.

Poi ancora foto con il cellulari la fotocamera puntata nelle parti più intime. Le piccole si spaventano, una inizia a piangere e scappa, destando l’attenzione di alcuni genitori. Scatta l’allarme. Interviene il bagnino che blocca uno dei due ancora con il cellulare in mano. Dalla spiaggia, una folla si scaglia contro l’uomo che viene bloccato: i bagnanti lo aggrediscono, volano insulti e sputi.

Articoli correlati

Back to top button