Cronaca

“Hai una storia con la mia ex”, cosparge il coinquilino con la benzina e minaccia di dargli fuoco: shock a Roma

Era convinto che la sua compagna lo avesse lasciato per colpa del 53enne che conviveva con lui

Shock a Roma dove un 43enne, con problemi di dipendenza dalla cocaina, cosparge il coinquilino con la benzina e minaccia di dargli fuoco. Era convinto che la sua compagna lo avesse lasciato per colpa del 53enne che conviveva con lui.

Aveva chiesto di accompagnarlo a vede un terreno ma una volta sul luogo lo ha legato e minacciato con un accendino. Gli ha scattato delle foto e le ha inviate sia alla sua ex sia alla compagna della vittima. Poi si è diretto verso il bar dove lavorava la donna, per minacciarla. Nel frattempo la vittima si è liberata ed è corsa a chiamare la polizia.

Roma, cosparge il coinquilino con la benzina e minaccia di dargli fuoco

Sequestro di persona e minacce aggravate: è questa l’accusa rivolta al 43enne romani, con precedenti e con problemi di dipendenza dalla cocaina. L’uomo avrebbe sequestrato, legato, cosparso di liquido infiammabile e minacciato di bruciare vivo il suo coinquilino, un 53enne originario di Alessandria venuto a Roma con la famiglia per curare la sua epilessia.

Il viaggio del coinquilino per arrivare a Roma

Il 53enne arrivava dal Nord insieme alla moglie e al figlio. Aveva deciso di trasferirsi per motivi medici legati alla problematica che da tempo aveva. Aveva così affittato il piano terra di una villa dove viveva anche il 43enne insieme alla compagna. Inizialmente gli era sembrata una persona normale ma dopo poco si rese conto che qualcosa non andava. Il continuo viavai di persona lo insospettiva.

Spesso addirittura provenivano urla e rumori molto forti: c’è voluto poco per capire che soffrisse di una grave dipendenza dalla droga. Quando la compagna lo ha lasciato proprio per questi problemi, le cose si sono aggravate: ha infatti iniziato a pensare che quell’uomo trasferitosi a casa sua potesse avere una relazione con la sua ex. Ed è andato fuori di testa. Tanto da architettare un piano malvagio che lo ha costretto al carcere.

La dinamica

Il 53enne aveva chiesto di accompagnarlo a vede un terreno ma una volta sul luogo lo ha legato e minacciato con un accendino. Gli ha scattato delle foto e le ha inviate sia alla sua ex sia alla compagna della vittima. Poi si è diretto verso il bar dove lavorava la donna, per minacciarla. Nel frattempo la vittima si è liberata ed è corsa a chiamare la polizia.

Sul posto sono giunti gli agenti che hanno rintracciato l’aggressore e lo hanno arrestato.

Articoli correlati

Back to top button