Cronaca

Tentano di rubare un Patek Philippe utilizzando uno spray al peperoncino: messi in fuga dal proprietario dell’orologio

Un ragazzo di 21 anni è stato minacciato da una coppia di malviventi con lo spray al peperoncino per consegnare il Patek Philippe da 180.000 euro che aveva al polso

Hanno tentato di rubare un Patek Philippe minacciando il proprietario dell’orologio con dello spray al peperoncino. È accaduto nel centro di Milano. I due rapinatori, messi in fuga dalla vittima, hanno provato a rapinare un ragazzo del suo orologio, un Patek Philippe da 180.000 euro con l’utilizzo dello spray urticante. Il giovane è però riuscito in qualche modo a reagire costringendo la coppia di malviventi a scappare. Uno di loro è stato rintracciato e arrestato dagli agenti di polizia.

Tentano di rubare un Patek Philippe utilizzando uno spray al peperoncino

Secondo quanto comunicato dalla questura, tutto è successo nella notte tra ieri, domenica 25, e oggi, lunedì 26 settembre, in corso Venezia. Era da poco passata la mezzanotte quando la vittima, un cittadino italiano di 21 anni, è stata avvicinata dai due malviventi, descritti come nordafricani, mentre passeggiava con la compagna in pieno centro città. I rapinatori l’hanno immediatamente preso di mira minacciandolo con una bomboletta spray al peperoncino senza attivarla. Dalla reazione del giovane ne è nata una colluttazione che gli ha evitato la sottrazione dell’orologio e grazie alla quale è riuscito a mettere in fuga i rapinatori.

Arrestato uno dei due malviventi, un minore

La vittima, insieme alla fidanzata, ha chiamato il numero unico per le emergenze 112 denunciando il fatto. Raggiunto da una volante della polizia, ha spiegato l’accaduto aiutando gli agenti ad identificare i due rapinatori, trovati in via Vivaio. Dopo aver reagito agli agenti con calci e pugni, la coppia di malviventi ha ripreso la fuga fin quando uno dei due non è stato fermato in via Lamberto de Bernardi. Del complice, invece, nessuna traccia. I poliziotti lo hanno arrestato con l’accusa di tentata rapina in concorso. Si tratta di un ragazzino di 17 anni di origine marocchina tradotto immediatamente al carcere Beccaria di Milano.

Articoli correlati

Back to top button