Cronaca

Ryanair, comunicazione ai passeggeri: “Volo cancellato a causa di un inutile sciopero” | Scatta la polemica

I dipendenti delle compagnie aeree low cost quali Ryanair, EasyJet e Volotea hanno indotto uno sciopero per domani, 25 giugno

La compagnia aerea Ryanair comunica ai passeggeri il volo cancellato dichiarando: “Per un inutile sciopero”. Scatta così la polemica. Sabato nero per il trasporto aereo: i dipendenti delle compagnie aeree low cost quali Ryanair, EasyJet e Volotea hanno indotto uno sciopero per domani, 25 giugno.

Ryanair, comunicazione ai passeggeri: “Volo cancellato per inutile sciopero”

Lo scontro tra le compagnie aeree e i sindacati continua e diventa sempre più aspro. Lo sciopero europeo ha dato fastidio alle compagnie low cost che sono costrette in molti casi a cancellare voli. Sono infatti almeno 25 i voli cancellati alle 17 e si sono viste costrette a inviare qualche migliaio di e-mail per informare i clienti dei disagi.

La polemica

La seconda compagnia low cost al mondo ha fatto discutere molto per una comunicazione, peraltro in italiano, che definisce lo sciopero indetto a Bruxelles “inutile”.

Questo ha scatenato la polemica. Un messaggio email, ricevuto dal portavoce nazionale di Potere al popolo, e pubblicato sul suo profilo Twitter dichiara proprio così, senza mezzi termini: “Siamo spiacenti di informarti che il tuo volo da Bruxelles Charleroi a Napoli del 24 giugno è stato cancellato a causa di un inutile sciopero indetto dall’unione belga”

La compagnia offre ” un imbarco su un volo alternativo verso la destinazione e di ogni ragionevole attenzione o il rimborso completo del costo del biglietto”.

La dichiarazione

La polemica non tarda ad arrivare e Granato attacca la compagnia dichiarando: “Se aveste pagato giusti salari e rispettato il tempo di vita dei dipendenti, oggi il mio volo non sarebbe stato cancellato perché lo sciopero non sarebbe mai esistito. Non cadrò nella vostra trappola, non punterò il dito contro chi sciopera. Sono con loro!”

Sciopero degli aerei indetto per domani, 25 giugno

Sabato nero per il trasporto aereo: i dipendenti delle compagnie aeree low cost quali Ryanair, EasyJet e Volotea hanno indotto uno sciopero per domani, 25 giugno.

Si tratta del secondo sciopero nel giro di pochi giorni. Il primo avvenuto mercoledì, 8 giugno, indetto da piloti e assistenti di volo.

Le ragioni dello sciopero

Le ragioni dello sciopero dei dipendenti sono le solite: “Retribuzioni inferiori ai minimi previsti dal contratto nazionale, condizioni insostenibili, mancati trattamenti salariali in riferimento ai contratti e pratiche anti-sindacali”. Tutto questo li fa vivere in una situazione non sostenibile.

Le dichiarazioni dei dipendenti

“È incomprensibile come possano trascurare la reputazione delle loro discutibili politiche di HR. Scegliendo di ignorare le conseguenze di queste politiche le compagnie pregiudicano, inevitabilmente, la loro reputazione e distruggono il valore per gli azionisti”.

Questo perché la reputazione aziendale impatta direttamente sul valore di mercato azienale, toccando fattori di identità, immagine, notorietà e riconoscibilità che influiscono sia sugli stakeholder, sia sul valore percepito dei clienti.

Un’indagine

Secondo una recente indagine intitolata The State of Corporate Reputation solo il 63% del valore di mercato dell’azienda è attribuibile alla reputazione.

“Ci hanno permesso di volare a basso costo, è vero, su molte destinazioni ma il costo del biglietto vale il servizio. Questi comportamenti non creano valore nel medio-lungo termine, piuttosto lo distruggono”.

Articoli correlati

Back to top button