GossipSanremo 2023

Sanremo 2023, cos’è successo tra J-Ax e Fedez, la storia del litigio

A Sanremo 2023, vedremo nuovamente J-Ax e Fedez insieme, ma cos’è successo tra di loro: scopriamo la storia del loro litigio. Quest’estate la notizia della loro riappacificazione, è arrivata improvvisamente e in modo del tutto inaspettato.

Sanremo 2023: cos’è successo tra J-Ax e Fedez?

Fedez, come ha raccontato lui stesso nel programma La Conversazione, aveva associato la fine del rapporto al cambio di management dell’amico, che fino all’ultimo (incluso il concerto a San Siro insieme) avrebbe negato. Stando al suo racconto, i idue avevano lo stesso manager, da cui poi si sono separati per fondare un’etichetta tutta loro.

Pare che poi un collaboratore si sia staccato dal gruppo e ha creato una società concorrente, approfittando del fatto che i Ferragnez fossero a Los Angeles per la prima gravidanza di Chiara. Federico ha sostenuto che in quel periodo era «molto fragile e poco lucido» e ha impiegato sei canzoni per riuscire a superare quello che ha provato dopo la fine dell’amicizia con J-Ax.

Stando alla ricostruzione di J-Ax durante un’intervista a Belve, in quel giugno del 2018 la sua non è stata una menzogna, ma un’incomprensione nata in un momento di forte stress per entrambi. I due erano entrambi reduci, dal successo travolgente di Comunisti col Rolex, certificato quattro volte disco di platino nel 2017. Ma, sempre secondo Alessandro Aleotti (in arte J-Ax) c’entra anche la differenza di età perché Federico Leonardo Lucia, ossia Fedez, ha 17 anni meno di lui e quindi ha un’esperienza di vita del tutto differente.


Fedez e J-Ax

La storia del litigio

Con parole diverse, proprio in occasione del concerto benefico del 2022, i due hanno riassunto e spiegato cosa è accaduto, con un messaggio congiunto, su Instagram: «Ed eccoci qua, con un po’ di capelli bianchi in più, due padri, due mariti e forse un po’ più adulti di prima. Abbiamo imparato che è facile lasciarsi le persone alle spalle e che invece per mettere da parte l’orgoglio e tornare a riabbracciarsi anche quando ci si è fatto del male ci vuole coraggio.

In questo momento storico dove essere divisi è normale e avere nemici è quasi uno status symbol, archiviare le differenze e focalizzarsi sui momenti belli vissuti insieme forse è la cosa più giusta per vivere un’esistenza serena. La vita è una strana coincidenza, ci siamo rivisti il giorno in cui Federico ha scoperto di avere il tumore al pancreas dopo esserci risentiti al telefono qualche giorno prima dopo 4 anni di silenzio».

Articoli correlati

Back to top button