Gossip

Selvaggia Lucarelli attacca i no vax: “Farli lavorare grazie ai tamponi veloci è inutile”

La donna ha attaccato nuovamente i cosiddetti no vax

Selvaggia Lucarelli, ancora una volta ha attaccato i cosiddetti no vax. Lo ha fatto attraverso i social, dove conduce una personale battaglia contro chi ancora non ha compreso che l’unica strada per combattere il Covid è quella di aderire alla campagna vaccinale.

Selvaggia Lucarelli contro i no vax

Il tweet arriva nella mattinata di mercoledì 29 dicembre ed è una chiara adesione a quella che vuole essere la linea dell’ala più dura del governo: lockdown soltanto per chi non si è vaccinato. Selvaggia Lucarelli, infatti, critica duramente i tamponi veloci.

“Una cosa di cui possiamo essere ormai certi  è che consentire ai no vax di lavorare e accedere ad altri servizi tramite tamponi rapidi è una fesseria inutile. Il livello di inaffidabilità è troppo alto, alla stessa cifra meglio tre molecolari al mese, a ‘sto punto”. Un concetto ormai detto e ridetto: i tamponi rapidi, quelli che si fanno in farmacia, hanno un alto tasso di errore. Il rischio è che persone infette, continuino a frequentare posti di lavoro e di riunioni sociali pur essendo positive.

Articoli correlati

Back to top button