Serena vince la sua battaglia, si diploma con 100 in attesa di un trapianto di midollo

serena-diploma-trapianto-midollo

Si chiama Serena e ha compiuto 18 anni.  È affetta da un’aplasia midollare e potrebbe aver bisogno di un trapianto di midollo osseo

Si chiama Serena e ha compiuto 18 anni.  È affetta da un’aplasia midollare e potrebbe aver bisogno di un trapianto di midollo osseo. Oltre alla sua battaglia personale ne sta combattendo un’altra, quella di sensibilizzare i ragazzi alla donazione del midollo osseo.

Insieme al papà e al supporto di ADMO Campania, Serena si è rivolta ai tanti giovani che si sono iscritti al registro dei donatori. Ha sostenuto l’esame di maturità come tutti i suoi compagni di classe, davanti ai professori.

Serena si diploma mentre attende il trapianto di midollo

“Lei è Serena, 18 anni da poco compiuti, ve ne avevamo già parlato perché anche lei, a causa della sua improvvisa aplasia midollare, potrebbe avere la necessità di un #trapianto di midollo osseo.

Con il suo coraggioso papà, ed il supporto di ADMO Campania, Serena ha #sensibilizzato ondate di ragazzi che si sono iscritte al registro dei donatori di midollo osseo con la speranza di essere la #cura di qualcuno nel mondo.

Nel frattempo, tra una #terapia ed un’altra, un’ospedalizzazione ed un altra, un periodo no e l’altro, ha portato avanti con convinzione gli #studi per sostenere l’esame di maturità.

Ovviamente, come solo le #vincenti sanno fare, ha preteso ed ottenuto dai medici di sostenere l’esame come tutti i suoi amici di classe, di fronte ai suoi professori chiudendo il ciclo di studi come normalmente si fa, senza nessuna limitazione e senza sentirsi #diversa.

Ma tu cara Serena sei DIVERSA! perché sei una #guerriera, una capace di cose #straordinarie, una in grado di entrare nei cuori delle persone, capace di mettere da parte la malattia e dare conforto alle tue compagne di stanza, talmente volitiva da sottoporti a cure supplementari per presentarti al tuo grande giorno in forma di fronte ai tuoi professori… Hai riempito di #orgoglio i tuoi, portando a casa un meritatissimo 100 come se nulla fosse e ripartire per la tua prossima sfida”.


Leggi anche:

Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

TAG