Cronaca

Il 21 dicembre è il solstizio d’inverno: ecco perché è il giorno più corto dell’anno

Perché il 21 dicembre, giorno in cui cade il solstizio d'inverno, è il giorno più corto dell'anno? Tutto quello che c'è da sapere

Perché il 21 dicembre, giorno in cui cade il solstizio d’inverno, è il giorno più corto dell’anno? Contrariamente a quanto comunemente pensato, quindi, non è Santa Lucia, il 13 dicembre, il giorno più corto dell’anno. Il 21 dicembre, infatti, il Sole tramonterà circa 3 minuti dopo, alle 16,44, ma è sorto anche più tardi, alle 7:37, restando dunque sopra l’orizzonte circa 2 minuti in meno rispetto al 13.

Solstizio d’inverno, perché il 21 dicembre è il giorno più corto dell’anno

Il 21 dicembre, il giorno più corto e buio dell’anno coincide con il solstizio d’inverno – Il solstizio ritarda ogni anno di circa 6 ore rispetto al precedente, e si riallinea poi ogni quattro anni in corrispondenza dei bisestili, introdotti proprio per evitare lo slittamento delle stagioni rispetto al calendario. Il giorno del solstizio d’inverno è il più corto dell’anno per tutti i luoghi dell’emisfero settentrionale e il più lungo per quelli dell’emisfero meridionale.

Cos’è il solstizio d’invero

Il fenomeno è dovuto all’inclinazione dell’asse di rotazione terrestre e coincide con il momento in cui il Sole, nel suo moto apparente nel cielo, si posiziona nel punto più basso: in questo giorno, quindi, il Polo Sud è rivolto verso la nostra stella, mentre sul nostro emisfero i suoi raggi illuminano una superficie minore di quella che rimane in ombra. Infatti, in una zona compresa tra il Circolo Polare Artico e il Polo Nord, durante il solstizio d’inverno il Sole non sorge affatto, dando luogo a 24 ore di buio.

 

Articoli correlati

Back to top button