Cronaca

Sparatoria di Chicago: è caccia al killer

Sono stati registrati 6 morti e 31 feriti

Durante la parata del 4 luglio, un uomo ha sparato sulla folla intenta a festeggiare l’Indipendenza. Adesso è caccia al killer. La strage è avvenuta ad Highland Park, alla periferia nord di Chicago. Sono stati registrati almeno 6 morti e 31 feriti della sparatoria avvenuta durante la parata del 4 luglio.

Sparatoria di Chicago, chi è il killer

Secondo i media locali, la polizia sta pattugliando la zona alla caccia del killer, mentre ha avvertito gli abitanti di stare lontani dall’area della sparatoria. “Non è sicuro qui, tornate a casa“, hanno detto gli agenti alle persone che stavano partecipando alla parata.

L’autore della strage ha usato un fucile e ha sparato da un tetto: lo riferisce il New York Times citando fonti di polizia. L’Fbi è arrivata sul luogo della sparatoria per collaborare con la polizia locale.

Le uniche informazioni che si hanno sono che è un uomo bianco tra i 18 e i 20 anni. Sono ancora ignoti i motivi dell’insano gesto. Intanto la polizia americana è riuscita a recuperare il fucile utilizzato dal killer.

Le testimonianze

All’inizio pensavo fossero i fuochi d’artificio, non avevo capito che fossero spari“. Lo ha raccontato alla Cnn una testimone della sparatoria alla periferia nord di Chicago. “Poi ho iniziato a vedere gente insanguinata che urlava e scappava e allora ho capito. È stato orribile“, ha detto ancora la donna.

Era una scena caotica. Ho provato a chiamare la mia famiglia e ho scoperto che si erano rifugiati all’interno di un edificio vicino al percorso“, ha detto un altro testimone che stava andando in macchina alla parata quando è iniziata la sparatoria e ha visto le persone fuggire da una parte all’altra.

Articoli correlati

Back to top button