Cronaca

Ancora una sparatoria negi Stati Uniti: ucciso dipendente di un supermercato a Long Island

L'attacco sarebbe opera di una sola persona, la vittima aveva 49 anni.

Continua la scia di violenza negli Stati Uniti: dall’inizio di aprile sono state diverse le sparatorie negli Usa, in alcune occasioni le vittime sono state dei bambini innocenti. L’ultima sparatoria, in ordine di tempo, si è verificata oggi in un supermercato di Long Island, dove una persona ha fatto irruzione, mentre il negozio era pieno, e ha ucciso un uomo di 49 anni che lavorava nel supermercato.

Stati Uniti, sparatoria in un supermercato di Long Island

Ancora una sparatoria negi Stati Uniti: la persona uccisa nella sparatoria in un supermercato a Long Island è un dipendente di 49 anni. Lo ha riferito la polizia, secondo cui al momento dell’attacco dentro il negozio c’erano circa 200 clienti. L’assalitore ha usato un’arma corta. Gli spari sono avvenuti dentro l’ufficio del manager, al piano superiore del locale. L’autore dell’attacco è fuggito e le forze dell’ordine lo stanno cercando, mentre le scuole vicine sono entrate in ‘lockdown’ e ai residenti è stato chiesto di restare al riparo.

Sparatoria in un parcheggio di Chicago: uccisa una bimba di 7 anni

Ieri una bambina di 7 anni è stata uccisa e il padre è stato gravemente ferito in una sparatoria avvenuta nel parcheggio di un fast food a Chicago. Un dipendente del ristorante ha raccontato che due persone sono uscite da un’auto grigia e hanno iniziato a sparare contro il veicolo in cui si trovavano Jontae Adams e la figlia Jaslyn. La bambina è stata portata in ospedale, dove è deceduta. Il padre è stato colpito al busto.

Articoli correlati

Back to top button