Gossip

Stefano Accorsi: polemiche per lo spot per l’Emilia Romagna

L'attore è finito tra le polemiche del web in seguito ad uno spot per l'Emilia Romagna

Stefano Accorsi è finito tra le polemiche del web in seguito alla realizzazione di uno spot pubblicitario in favore dell’Emilia Romagna. Ad aver fatto aizzare il popolo del web sarebbe stata la notizia del cachet che il celebre attore italiano avrebbe guadagnato. Parliamo di una cifra veramente esosa.

Stefano Accorsi: le polemiche per lo spot per l’Emilia Romagna

Stiamo parlando di una cifra veramente molto alta: centomila euro più Iva. Accorsi avrebbe tutto questo denaro ricevuto per la realizzazioni di alcuni spot pubblicitari di promozione per l’Emilia-Romagna. Un progetto che mira a mostrare la Regione ad un vasto pubblico e che punta a far conoscere al grande pubblico le meraviglie di quei territori e delle sue eccellenze.

Le critiche di Fratelli d’Italia

Il compenso dato al noto attore italiano sembra abbia fatto abbastanza alterare anche Fratelli d’Italia. Si tratta di un cachet che non era stato ancora divulgato, in quanto non dichiarato dalla Giunta Bonaccini. A denunciare questa tesi è stata l’esponente di Fdi Michele Barcaiuolo. Quest’ultimo ha chiesto nella giornata di oggi dei chiarimenti in Assemblea legislativa all’assessore regionale al Turismo Andrea Corsini. In questa circostanza è stato confermato che il compenso dell’attore sarà quello di centomila euro l’anno.

Non solo interprete ma anche co-autore

L’assessore ha giustificato tale cifra anche in considerazione del fatto che Stefano Accorsi non è soltanto interprete dello spot. Il suo ruolo quindi non è solo quello di interpretare. L’attore ha fatto anche da co-autore del progetto digitale. Al suo fianco troviamo anche Fabio Bonifacci.

L’attività del progetto ha previsto dunque molteplici attività che sarebbero troppo lunghe da elencare in aula. Da qui l’impegno dell’assessore a fornire tutte le indicazioni puntuali e dettagliate all’esponente di Fratelli d’Italia. In aggiunta sarà fornita al politico anche tutta la documentazione di Accorsi ambasciatore dell’Emilia Romagna dal 2020 ad oggi.

 

Articoli correlati

Back to top button