Tv e Spettacoli

La vita bugiarda degli adulti: serie Netflix tratta dal libro di Ferrante

In arrivo su Netflix La vita bugiarda degli adulti, la serie tratta dal libro di Ferrante. Ecco tutto le informazioni: trama, cast, streaming

La nuova serie tv, La vita bugiarda degli adulti sta per arrivare sulla piattaforma Netflix. La storia è basata sull’omonimo romanzo della scrittrice Elena Ferrante, famosa per essere l’autrice di L’amica geniale. Ecco tutto le informazioni: trama, cast, streaming. 

La vita bugiarda degli adulti: serie Netflix tratta dal libro di Ferrante

La serie, tratta dall’ultimo romanzo dei Elena Ferrante, è prodotta da Fandango ed è diretta da Edoardo De Angelis, già dietro a capolavori come Indivisibili e Il vizio della speranza. Alla scrittura della serie ha collaborato la stessa Elena Ferrante con Laura Paolucci, Francesco Piccolo ed Edoardo De Angelis.

La trama di La vita bugiarda degli adulti

La protagonista è Giovanna, giovane napoletana che sta attraversando il passaggio dall’età infantile a quella  adolescenziale, con tutte la sue sfide e difficoltà. È figlia di una famiglia della Napoli alta, di sinistra, illuminata, colta, da cui il dialetto è bandito e in cui tutti sono belli e si amano.

È una storia di formazione e scoperta nella Napoli degli anni Novanta. La città dove si svolge la trama, è a sua volta protagonista con i suoi due volti: la Napoli di sopra che “s’è attribuita una maschera fine” e la Napoli di sotto che invece si crogiola negli eccessi. Giovanna oscilla tra alto e basso, ora precipitando ora inerpicandosi, disorientata dal fatto che, su o giù, la città pare senza risposta e senza scampo.

La protagonista si confronta con gli adulti della sua famiglia, in particolare con i genitori Andrea e Nella e con la figura enigmatica della zia Vittoria, che rappresenta la Napoli dei sobborghi. Giovanna contravviene alle regole dei genitori e si mette alla ricerca di zia paterna Vittoria, una donna forte, passionale e figlia della Napoli di sotto. Questa la sinossi: Due mondi separati, due vite apparentemente opposte di due persone incredibilmente simili. Giovanna e zia Vittoria sono le protagoniste de La Vita Bugiarda Degli Adulti.

Data di uscita ed episodi

La nuova serie tratta dal romanzo omonimo della Ferrante, La vita bugiarda degli adulti arriva su Netflix il 4 gennaio 2023, con una prima stagione formata da 6 episodi, ognuno della durata presumibilmente di circa 45 minuti.

Cast e personaggi

Sono molti i nomi di spicco che prenderanno parte alla serie. Questa la lista del cast completo e dei rispettivi personaggi:

  • Giordana Marengo è Giovanna
  • Valeria Golino è Vittoria
  • Alessandro Preziosi è Andrea
  • Pina Turco è Nella
  • Rossella Gamba è Angela
  • Azzurra Mennella è Ida
  • Raffaella Rea è Coastanza
  • Biagio Forestieri è Mariano
  • Susy Del Giudice è Margherita
  • Giuseppe Brunetti è Corrado
  • Maria Vera Ratti è Giuliana
  • Gianluca Spagnoli è Tonino
  • Adriano Pantaleo è Rosario
  • Giovanni Buselli è Roberto

Dove vedere  La vita bugiarda degli adulti

Trattandosi di un titolo originale Netflix, la visione streaming della serie televisiva è possibile solo per gli abbonati alla piattaforma. È disponibile una versione base, da 7,99€ che comprende un solo account in risoluzione SD; la versione standard, da 12,99€ con due account in risoluzione HD ed infine l’abbonamento premium, da 17.99€, con ben quattro account e in risoluzione UHD. In ogni caso è sempre possibile disdire l’abbonamento.

La vita bugiarda degli adulti: differenza tra libro e serie tv

La serie è diretta da Edoardo De Angelis che, in un’intervista alla Repubblica, spiega come abbia provato a restituire un adattamento alquanto fedele al romanzo, principalmente per quanto riguarda le location. In questa storia la città di Napoli ha un ruolo chiave e per questo ha voluto rispettare le scelte di Elena Ferrante

I luoghi scelti contengono delle storie e devono essere gli stessi, perché non sono semplici location. Così la casa di Giovanna è a San Giacomo dei Capri, come nella storia originale. Spazio inoltre a luoghi come via del Macello, Poggioreale, Posillipo, il porto, il cimitero, via Duomo e molte altre. Un metro simile è stato adottato anche per la trama, che non aderirà esattamente al romanzo ma lo rispetterà in toto.

“Le parole di Elena Ferrante sono molto belle e aprirle per capire cosa ci fosse dentro è stato interessante. Adattare un romanzo non è qualcosa di complicato, è come leggerlo. Quando leggo mi proietto nella mente alcune immagini, ed è anche per quello che certe volte abbiamo idee diverse rispetto a quello che vediamo sullo schermo”.

Articoli correlati

Back to top button