Economia

Bonus acqua potabile 2023: tutto quello che c’è da sapere per richiederlo

Il sussidio spetta per interventi fino a 5000 euro, ecco come richiederlo

Bonus acqua potabile 2023 a chi spetta, quanto vale e quali passaggi seguire per riceverlo. La domanda va inoltrata sul sito dell’Agenzia delle Entrate e non prevede limiti ISEE. Vediamo insieme tutti i passaggi necessari per ricevere il Bonus:

  • Che cosa è il bonus acqua potabile?
  • A chi spetta il bonus acqua potabile 2023?
  • Come richiedere il bonus acqua potabile 2023

Che cos’è il bonus acqua potabile?

 


 

 


Il bonus acqua potabile è un incentivo introdotto dal Governo nel 2021 e gestito dall’Agenzia delle Entrate. Consiste in un credito di imposta del 50% per le spese di acquisto e installazioni di sistemi finalizzati al miglioramento qualitativo delle acque per il consumo umano erogate da acquedotti (filtraggio, mineralizzazione, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica alimentare). L’obiettivo del sussidio è “razionalizzare l’uso dell’acqua e ridurre il consumo di contenitori di plastica“.

A chi spetta il bonus acqua potabile 2023?

Per accedere al bonus acqua potabile non è necessario rientrare in una fascia ISEE prestabilita infatti tutti i cittadini potranno accedere al sussidio a patto che siano titolari di un’abitazione, di un’azienda o di un ente non commerciale. Il sussidio consiste in un credito di imposta del 50%, per scoprire il vero valore dell’incentivo bisogna dividere i massimali di spesa per due. Per le persone fisiche il bonus può arrivare fino a 500 euro ad immobile, mentre per le aziende commerciali o istituzionali e gli enti non commerciali il bonus può arrivare fino a 2500 euro per ogni attività di cui si è titolari.

Come richiedere il bonus acqua potabile 2023

Per beneficiare del sussidio i tempi sono stretti, bisogna infatti trasmettere la domanda entro il 28 febbraio 2023. Si potrà richiedere il bonus per gli interventi eseguiti dal 1 gennaio al 31 dicembre 2022, mentre per gli interventi eseguiti nel 2023 bisognerà aspettare il prossimo anno. Per richiedere il bonus sarà necessario avere un computer e le fatture relative agli interventi eseguiti. Ecco come fare:

  1. Visita il sito www.agenziaentrate.gov.it ;
  2. Accedi all’area riservata del sito usando delle credenziali digitali ad esempio lo Spid;
  3. Segui la sezione Servizi e clicca la categoria Agevolazioni;
  4. Scegli il servizio “Credito di imposta per il miglioramento dell’acqua potabile“;
  5. Segui le indicazioni ed inserisci costo e tipologia di intervento effettuato;
  6. Compila il modulo “comunicazione delle spese per il miglioramento dell’acqua potabile

 

Pietro Forino

Pietro Forino, giornalista del network L'Occhio. Amante della lettura e del basket, vive a Mercato San Severino.

Articoli correlati

Back to top button