CronacaPolitica

Cannabis light, i canapicoltori vogliono spiegazioni da Salvini: al via la petizione

A seguito delle dichiarazioni rilasciate dal Ministro Salvini, in riferimento ai negozianti di cannabis light, il settore vuole spiegazioni e lancia una petizione su “change.org”.

Salvini contro la cannabis light? Petizione su “change.org”

«Il nostro è un settore in crescita – si evince dalla descrizione della petizione per ricevere spiegazioni a Salviniche necessita di costante ricerca e innovazione, per poter garantire prodotti certificati e di alto standard qualitativo. per questa ragione, abbiamo bisogno di parole chiare e immediate da parte delle istituzioni».

Questo “battaglione” in difesa della cannabis light, sta raggiungendo progressivamente il limite delle 25 mila firme digitali, necessarie agli obbiettivi prefissati da ideatori e sostenitori. All’interno della petizione vi è anche un post scriptum dove si dichiara che «se tutto non sarà chiarito» si presenteranno istanze presso le sedi opportune.

A sostenere i negozianti di cannabis light e, conseguentemente, ad aderire a questa iniziativa, vi sono numerosissime realtà che operano nel settore della canapicoltura.

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Back to top button