Cronaca

Covid: 6,6 milioni di lavoratori coperti dalla cassa integrazione dall’inizio dell’emergenza

Dall'inizio dell'emergenza Covid sono oltre 6,6 milioni i lavoratori coperti dalla Cassa Integrazione. Nell'intero 2019 sono stati 577mila

Sono oltre 6,6 milioni i lavoratori che sono stati coperti dalla Cassa Integrazione dall’inizio emergenza Covid, di cui 3,5 con pagamenti diretti e 3,1 a conguaglio su anticipo aziende, per un totale di 3,4 miliardi di ore e 24,8 milioni di indennità totali erogate. Nell’intero 2019 i lavoratori che avevano usufruito di Cig erano stati 577mila.

Covid e Cassa Integrazione: i pagamenti di novembre

Inps ha aggiornato la comunicazione quindicinale relativa ai pagamenti di cassa integrazione (Cig) effettuati direttamente da parte dell’Istituto nel periodo di emergenza Covid. Al 18 novembre 2020, su 14.292.139 domande di pagamento (SR41) sono 14.198.594 le prestazioni erogate direttamente dall’Istituto a 3.500.295 lavoratori, pari al 99,7% delle richieste. Tra il 3 e il 18 novembre sono state erogate direttamente 594.061 integrazioni salariali.

L’impegno dell’Istituto per l’accelerazione e la soluzione dei problemi legati alle erogazioni in sospeso ha portato a ridurre ulteriormente il numero di coloro che devono percepire un primo pagamento, oggi pari allo 0,3% dei lavoratori interessati, le cui domande hanno problematiche che impattano su processi esterni all’Istituto e su cui è concentrata l’azione della task force Inps per risolvere ciascun caso contattando le aziende”, si legge in una nota.

Le domande di ottobre

Su domande anteriori a ottobre, sono 3.448 lavoratori (erano oltre 6mila il 3 novembre) cui deve essere erogato un pagamento, mentre sono 2.626 su domande recenti, giunte tra ottobre e il 18 novembre.

Includendo anche le richieste di ulteriori mensilità per lavoratori che hanno già ricevuto precedenti erogazioni di Cig, le domande di pagamento diretto che risultano oggi in lavorazione sono complessivamente 93.545, di cui 24.675 riferite al periodo maggio-settembre (26%), mentre 68.870 sono quelle più recenti e relative a ottobre-novembre (74%). Tali insiemi non corrispondono al numero dei lavoratori, essendoci più domande/trattamenti Cig per ognuno di essi. (Italpress)


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button