Cronaca

Covid, i vaccinati sono meno contagiosi: lo afferma studio

Lo conferma uno studio condotto da un gruppo di scienziati dell'Università di Ginevra in Svizzera

I vaccinati contro il Covid, se anche si infettano come spesso accade con le varianti della famiglia Omicron, sono meno contagiosi per gli altri. In altre parole, oltre a proteggere dalla malattia grave, i vaccini hanno anche un certo effetto nel contenere la circolazione virale. Lo conferma uno studio condotto da un gruppo di scienziati dell’Università di Ginevra in Svizzera, autori di un articolo pubblicato su ‘Nature Reviews Microbiology’.

I vaccinati contro il Covid sono meno contagiosi: lo studio

Nel passaggio chiave dell’analisi si legge che, “tra pazienti non vaccinati, completamente vaccinati o boosterizzati, non sono state riscontrate differenze significative nella quantità di Rna virale” recuperabile dopo infezione da varianti Omicron BA.1 e BA.2 di Sars-CoV-2. Ma per i contagiati “i titoli infettivi”, ossia in grado di trasmettere Covid, anche “dopo una sola dose vaccinale di richiamo erano inferiori”. Nel loro complesso, gli studi esaminati dai ricercatori elvetici indicano che “la tripla vaccinazione riduce la carica virale infettiva”, pur non variando “il periodo di tempo durante il quale il virus può essere isolato” dai contagiati Omicron.

 

 

Articoli correlati

Back to top button