Cronaca
Trending

“Io sono Denise Pipitone”: il mistero della ragazza su Instagram

Su Instagram spunta l'ennesimo falso profilo di Denise Pipitone che potrebbe danneggiare le ricerche della ragazza scomparsa

Su Instagram spunta l’ennesimo falso profilo di Denise Pipitone che potrebbe danneggiare le ricerche della ragazza scomparsa 17 anni fa a Marzara del Vallo. Anche questo profilo è stato segnalato alla Polizia Postale dalla famiglia della bimba scomparsa.

Denise Pipitone, il mistero di una ragazza su Instagram

Se n’è parlato nella puntata di ieri di “Chi l’ha visto?”, a conclusione di un lungo approfondimento sul caso di Denise, con collegamenti in studio insieme alla mamma Piera Maggio e all’avvocato Giacomo Frazzitta. La conduttrice Federica Sciarelli l’ha presentato come un vero e proprio fenomeno, lanciando poi il servizio di Marina Borromini. Ma cos’è accaduto?

Mentre l’Italia e il resto del mondo scopriva che Olesya Rostova – la giovane russa alla ricerca della madre in un programma televisivo – non è Denise, scomparsa a 4 anni nel 2004 a Mazara del Vallo, su Instagram faceva proseliti un profilo dal nome denise_pipitone_official. Inquietante il suo messaggio di presentazione.

“Ragazzi sono la vera Denise e quello che stanno facendo vedere in televisione non è assolutamente vero, quella non sono io, non preoccupatevi sto bene”.

Olesya non è Denise Pipitone. “Gruppo sanguigno diverso”

Chi l’ha visto? ha analizzato la foto del profilo social, mostrando come si tratti di un invecchiamento realizzato in passato dai carabinieri del Ris, per ipotizzare come sarebbe oggi la piccola Denise. Lo scatto è rintracciabile con una comunissima ricerca su Google, ma Piera Maggio non lo diffonde mai attraverso i propri canali social.

Mentre la trasmissione Rai prosegue con il resoconto del fenomeno, Frazzitta non può fare a meno di scuotere la testa: un fenomeno del genere potrebbe effettivamente ostacolare le ricerche della bimba scomparsa.


LEGGI ANCHE: DENISE PIPITONE, LA STORIA E LE PISTE IN 17 ANNI DI MISTERI 


La falsa Denise ha anche pubblicato delle Storie, in cui racconta di vivere a Milano e che viene chiamata Danàs – lo stesso nome della bimba immortalata anni fa in un video insieme ad alcuni rom, che poi si è stabilito non essere la figlia di Piera.

Inoltre la persona dietro il falso profilo afferma di essere segregata in casa senza la tv, e che non dovrebbe avere neppure un cellulare. Va da sé che la famiglia di Denise ha allertato la Polizia Postale, che ha compilato un’informativa per l’autorità giudiziaria: Piera Maggio chiede da sempre di non creare questo tipo di profili.

“Se c’è anche una sola possibilità dietro una segnalazione va approfondita – ha concluso Borromini nel suo servizio – ma se si tratta di gente senza scrupoli che non ha alcun rispetto del dolore di una madre allora è giusto che si prendano provvedimenti e anche seri”.

Intanto però, nel pomeriggio di ieri, è spuntato un nuovo profilo Instagram, denise_pipitone_official2, con il messaggio di presentazione “L’altro profilo me lo hanno bloccato, comunque sono la vera Denise” e la stessa foto profilo. Tra le Storie spuntano una sequela di dichiarazioni:

“Mi hanno segnalato e bloccato il profilo, quanta cattiveria nelle persone. Invece di segnalare provate a crederci per una volta sono vera, farò anche i test del Dna nessun problema così risolviamo tutto, poi vi spiegherò tutto con calma, comprendete la situazione. Se non ci credete non importa, io mi mostro per quella che sono e poi non avrei motivo di scherzare su un argomento così serio ragazzi”.

Articoli correlati

Back to top button