Scienza e Tecnologia

Divorziare con un’app è possibile? Ecco come funziona l’idea australiana

Divorziare con un'app è possibile? Certo. In Australia arriva "Amica" un'applicazione che sostiene la coppia durante il divorzio

Divorziare con un’app è possibile? Certo. In Australia arriva “Amica” un’applicazione che sostiene la coppia durante il divorzio grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale e un chatbot. L’idea è promossa dal governo del paese insieme al National Legal Aid e alla Legal Services Commision of South Australia.

Divorziare con un’app: ecco come funziona “Amica”

In poche parole, come scrive anche “Fanpage“,  l’applicazione sfrutta un chatbot (un bot in grado di chattare con le persone) per consigliare la coppia su come gestire il momento di rottura sia dal punto di vista psicologico che da quello fisico, per esempio con la gestione di beni ed eventuali figli.

L’intelligenza artificiale fornisce consigli e indicazioni alle coppie

Il tutto grazie all’utilizzo dell’intelligenza artificiale, che, attraverso l’applicazione della legge alle circostanze delle singole coppie, fornisce consigli ed indicazioni utili senza che questi debbano rivolgersi al sistema giudiziario. Ovviamente questo è un approccio con molte limitazioni: una tra molte è quella di essere efficace solo quando il divorzio è amichevole e non belligerante.

Se già si inseriscono elementi come la violenza di un partner sull’altro, il chatbot non è in grado di gestire la situazione.

 

Articoli correlati

Back to top button