Cronaca

Uccide l’ex compagna e filma i suoi ultimi minuti di vita: “Volevo un ricordo della sua voce”

Donna uccisa in un parco a Reggio Emilia: arrestato l'assassino. Il 24enne Mirko Genco ha ammesso di aver ucciso la donna

Shock a Reggio Emilia dove una donna è stata uccisa in un parco. Si tratta di Juana Cecilia Hazana Loayza, 34enne di origini peruviane. La donna è stata trovata morta in un parco pubblico in via Piatti. Sul corpo, ritrovato riverso, a faccia in giù all’altezza del collo, è stata rinvenuta almeno una ferita da arma da taglio.

Donna uccisa in un parco a Reggio Emilia: chi è l’assassino

Subito i sospetti si sono concentrati sull’ex compagno: è stato localizzato dai carabinieri e portato in caserma. Il 24enne Mirko Genco ha ammesso di aver ucciso la donna. Da tempo la perseguitava, tanto che lo scorso 5 settembre era stato arrestato per il reato di atti persecutori e il successivo 6 settembre, dopo la convalida dell’arresto, era stato scarcerato e sottoposto alla misura cautelare del divieto di avvicinamento.

Il 10 settembre era stato nuovamente arrestato per violazione alla misura del divieto di avvicinamento, violazione di domicilio e ulteriori atti vessatori, ottenendo il 23 settembre gli arresti domiciliari sino al 4 novembre scorso, giorno in cui è decaduta la misura cautelare per la sopraggiunta sentenza di patteggiamento emessa dal tribunale di Reggio Emilia il giorno 3 novembre 2021 a 2 anni di reclusione con pena sospesa come riportato da Il Mattino.

Le indagini

Nella circostanza le investigazioni da subito condotte dai carabinieri reggiani per addivenire al rintraccio dell’uomo hanno portato i militari a svolgere le ricerche del presunto omicida su Reggio Emilia, città dove lavora, e Parma città dove risiede.

Il video degli ultimi attimi

Nuovi particolari inquietanti emergono sul delitto di Reggio EmiliaMirko Genco, reo confesso dell’assassinio di Juana Cecilia Loayza, ha registrato con il suo cellulare gli ultimi 53 minuti di vita della donna che ha ucciso e che è accusato di aver anche violentato. È quanto emerge dagli atti sull’uomo, fermato sabato dai carabinieri di Reggio Emilia, ex compagno della 34enne peruviana che in passato aveva perseguitato.

Dalla registrazione, conclusa alle 3.05, ci sono riscontri al racconto fatto nella confessione. Genco l’ha registrata da quando l’ha raggiunta in un locale: «Volevo tenere la sua voce per ricordo perché quello sarebbe stato l’ultimo giorno in cui l’avrei vista perché sua madre non voleva che ci vedessimo», ha detto.

Articoli correlati

Back to top button