La famiglia del ladro ucciso nel bresciano nel 2014, vuole il risarcimento

la-legge

Condannato per omicidio volontario Franzoni, il quale uccise il ladro entrato in casa del fratello, ora la famiglia del ladro chiede il risarcimento

Nel dicembre del 2014 Eduard Ndoj, ladro di origini albanesi, entro in casa di Mirco Franzoni, e qui trovò la morte, ucciso dal padrone di casa. Condannato per omicidio volontario Franzoni, ora la famiglia del ladro chiede il risarcimento.

Famiglia del ladro chiede il risarcimento

La famiglia di Eduard Ndoj, ladro albanese di 26 anni ucciso a Serle, nel Bresciano, nel dicembre del 2014, ha avviato la procedura di messa in mora nei confronti di Mirco Franzoni, condannato a 9 anni e 4 mesi di carcere per omicidio volontario.

Ndoj venne freddato con un colpo di fucile diverse ore dopo essere entrato nell’abitazione del fratello di Franzoni e in una zona del paese diversa rispetto alla villetta presa di mira.

La famiglia della vittima ha fatto causa per chiedere il pagamento del risarcimento da 125mila euro disposto dai giudici di primo grado, confermato in appello, ma mai versato dall’imputato.

L’avvocato Alessia Brignoli, legale di parte civile nel processo per il delitto di Serle:

Non ha mai chiesto scusa e neppure ha mai fatto un gesto verso la famiglia Ndoj. Chiediamo solo il rispetto della sentenza.

TAG