Sanremo 2021Tv e Spettacoli

Finale Sanremo 2021, nel “quadro” di Achille Lauro le voci di chi lo insulta

Finale Sanremo, Achille Lauro come Rodolfo Valentino contro le critiche. Si è inginocchiato aprendo la giacca e mostrando una rosa

Achille Lauro risponde alle critiche nella finale di Sanremo. Il cantante, ospite fisso della 71esima edizione del Festival, è arrivato sul palco dell’Ariston indossando un abito fucsia in onore di Rodolfo Valentino con una rosa che spuntava dalla camicia. Scendendo le scale ha cantato la sua hit C’est La Vie.

Finale Sanremo, Achille Lauro e le critiche in sottofondo

Arrivato sul palco e terminata la canzone, Achille Lauro si è inginocchiato aprendo la giacca e mostrando una rosa che “lo trafigge”. In sottofondo sono state riprodotte alcune critiche mosse nei suoi confronti tra cui quella del politico Maurizio Gasparri. 

 

Verificato
È giunto il nostro momento.
La nostra stessa fine in questa strana fiaba.
La più grande storia raccontata mai.
Maschere dissimili recitano per il compimento della stessa grande opera.
Tragedia e commedia.
Essenza ed esistenza.
Intesa e incomprensione.
Elementi di un’orchestra troppo grande per essere compresa da comuni mortali.
È giunto il nostro momento.
Colpevoli, innocenti.
Attori, uditori.
Santi, peccatori.
Tutti insieme sulla stessa strada di stelle
Di fronte alle porte del Paradiso.
Tutti con la stessa carne debole.
La stessa rosa che ci trafigge il petto.
Insieme, inginocchiati davanti al sipario della vita.
E così sia.
Dio benedica Solo Noi
Esseri Umani.


finale-sanremo-achille-lauro-rodolfo-valentino-rosa-critiche


Cosa ha detto Maurizio Gasparri di Achille Lauro

Maurizio Gasparri dichiarò: “Achille Lauro fai schifo. Achille Lauro sei una vergogna. Puoi piacere solo a dei deficienti. Uno che insulta i carabinieri dovrebbe stare in galera. Con te denuncerò tutti i guitti Rai che ti offrono dei palcoscenici”.


Achille Lauro, il testo di C’est La Vie

Tu sei Lucifero vestita, sì, con orli e perle
Tu ti incateni in mezzo al fuoco e dici: “Viemmi a prende’”
Il nostro amore delicato è uno zucchero amaro
Che ci vogliamo solo quando poi più non possiamo
E sto cadendo nel burrone di proposito
Mi sto gettando dentro al fuoco, dimmi: “Amore no”
Finiranno anche le fiamme ma il dolore no
E non puoi uccidere l’amore ma l’amore può
Capisci
So che puoi farlo, finiscimi
Aspetto la fine, tradiscimi
Poi dimmi: “È finita”, zittiscimi
C’est la vie, è la vie
No, no, no, no, no
C’est la vie, è la vie
C’est la vie, è la vie
No, no, no, no, no
C’est la vie, è la vie
E questa strana fiaba poi che fine ha
È la più grande storia raccontata mai
Siamo soli in cento personalità
Mentiamo promettendo a noi non finirà
E sono sempre i miei pensieri rigirati e basta
La nostra storia che continua su pezzi di carta
La nostra storia mai finita che non ha una fine
Perché torno come il diavolo a rubare vite
Capisci
So che puoi farlo, finiscimi
Aspetto la fine, tradiscimi
Poi dimmi: “È finita”, zittiscimi
C’est la vie, è la vie
No, no, no, no, no
C’est la vie, è la vie
C’est la vie, è la vie
No, no, no, no, no
C’est la vie, è la vie
Amore mio lo so
Come sapessi già
Profondi vuoti e poi
So come finirà
Capisci
So che puoi farlo, finiscimi
Aspetto la fine, tradiscimi
Poi dimmi: “È finita”, zittiscimi
C’est la vie, è la vie
No, no, no, no, no
C’est la vie, è la vie
C’est la vie, è la vie
No, no, no, no, no
C’est la vie, è la vie

Articoli correlati

Back to top button