Curiosità

Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù: uniti contro la tratta di esseri umani

Ogni anno, il 2 dicembre si celebra la Giornata internazionale per l'abolizione della schiavitù

Il 2 dicembre si celebra la Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù, per ricordare il 2 dicembre 1949, data di approvazione da parte dell’Onu della Convenzione delle Nazioni Unite per la repressione del traffico di persone e dello sfruttamento della prostituzione altrui.

Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù

La Convenzione delle Nazioni Unite per la soppressione del traffico di persone e dello sfruttamento della prostituzione altrui è stata approvata dall’Assemblea generale il 2 dicembre 1949.

Difendere i più deboli dallo sfruttamento

Ogni anno, il 2 dicembre si celebra la Giornata internazionale per l’abolizione della schiavitù per ricordare tale avvenimento e porre l’attenzione dei Paesi membri sul problema del traffico di essere umani.

La tratta degli essere umani: un fenomeno che non vuole estinguersi

La Carta dei diritti dell’uomo, all’articolo 5, vieta espressamente la tratta degli esseri umani. Ciò nonostante, secondo fonti europarlamentari, essa è oggi particolarmente attiva, coinvolgendo ogni anno 700.000 persone.

A dicembre 2009, si parlava di 27 milioni di poveri, migranti e donne nel mondo vittime del fenomeno. A condurre questo traffico internazionale sono prevalentemente organizzazione criminali transnazionali. Per questo l’Onu ha posto un’attenzione particolare al problema ed ha siglato una convenzione apposita

L’anno internazionale della lotta contro la schiavitù

Nel 2002, l’Assemblea generale dell’Onu ha dichiarato il 2004 Anno internazionale di commemorazione della lotta contro lo schiavismo e per la sua abolizione.

Articoli correlati

Back to top button