Scienza e Tecnologia

L’impiegato del futuro sarà gobbo, obeso e con gli occhi rossi: lo dicono i ricercatori

Secondo i ricercatori, l’impiegato del futuro sarà gobbo, obeso e con gli occhi rossi. Ecco quanto emerso da uno studio effettuato all’estero.

Ecco come sarà l’impiegato del futuro

Ha gli occhi rossi, è in sovrappeso e con le gambe gonfie e la schiena curva per il troppo lavoro al computer. Così appare l’impiegato del futuro secondo una ricerca commissionata dall’azienda britannica Fellowes, che ha anche realizzato Emma, un manichino con queste caratteristiche per ammonire sui rischi futuri dei ‘colletti bianchi’.

La ricerca, coordinata da William Higham, che ha scritto diversi libri sul futuro del lavoro, si basa su interviste condotte online su oltre 3mila lavoratori d’ufficio in Gran Bretagna, Germania e Francia. Solo in Regno Unito, è emerso dallo studio, il 50% del campione già soffre di occhio secco, il 48% ha mal di schiena e uno su due ha mal di testa frequenti, con eczema, eccesso di peso e gonfiore alle gambe fra gli altri sintomi più citati.

“Il rapporto mostra che gli impiegati devono urgentemente fare qualcosa ora per risolvere il problema dei luoghi di lavoro poco salutari – spiega Higham all’Independent -. Se non faremo dei cambiamenti radicali alle nostre vite lavorative, come fare più movimento, cambiare la postura o fare pause regolari il nostro ufficio ci renderà molto malati”.

Il pericolo maggiore secondo gli autori è proprio la sedentarietà. “Passiamo ore alla scrivania senza fare movimento – scrivono -, e i nostri corpi iniziano ad atrofizzarsi come conseguenza. Questo accelera non solo i problemi muscolo-scheletrici e la debolezza delle gambe, ma aumenta il rischio di trombosi, problemi cardiovascolari e persino tumori”.

Pasquale De Prisco

Nato a Napoli il 16 maggio 1986 e residente a Pagani (Sa). Laurea triennale in Lettere presso Università degli Studi di Salerno. Laurea Magistrale in "Informazione, Editoria, Giornalismo" presso Università degli Studi Roma Tre. Ho collaborato con i quotidiani "Le Cronache" e "La Città". Ho lavorato per "MediaNews24", "Blasting News". Blogger del sito "La Puteca di Pakos".

Articoli correlati

Back to top button