GossipTv e Spettacoli

Laura Pausini si rifiuta di cantare Bella Ciao in un programma spagnolo: ”Non canto canzoni politiche”

Ospite della tv spagnola, Laura Pausini si è rifiutata di intonare il brano “Bella Ciao”

Ospite della tv spagnola, Laura Pausini si è rifiutata di cantare il brano “Bella Ciao”, simbolo della Resistenza Partigiana. “Non voglio cantare canzoni politiche”, ha detto durante il quiz quando il conduttore ha iniziato a canticchiarla.

Laura Pausini non canta Bella Ciao in un programma spagnolo

Ospite della tv spagnola, Laura Pausini si è rifiutata di cantare il brano “Bella Ciao”, simbolo della Resistenza Partigiana. “Non voglio cantare canzoni politiche”, ha detto durante il quiz quando il conduttore ha iniziato a canticchiarla. Nel dettaglio, la cantante italiana è stata ospite del popolare programma spagnolo El Hormiguero e, durante la puntata, ha preso parte a un gioco in cui i concorrenti dovevano intonare un brano che contenesse la parola Corazon, il cui significato è Cuore.

Dopo aver scelto alcune canzoni in spagnolo, lingua che conosce molto bene, la cantante è passata all’italiano cantando il ritornello di Cuore Matto di Little Tony. Nessuno dei presenti però sembrava riconoscere il brano, così il conduttore Pablo Motos ha iniziato a cantare Bella Ciao, coinvolgendo il pubblico. Si asoettava che la sua ospite facesse altrettanto.

In realtà questo non è avvenuto: “E’ una canzone molto politica e io non voglio cantare canzoni politiche“, ha detto la Pausini rifiutandosi di canticchiare il brano, simbolo della Resistenza Partigiana. Non solo, è anche un inno della lotta al fascismo e di recente associato alla popolare serie spagnola La Casa di Carta. Il conduttore non ha insistito e il gioco è poi andato avanti. Il momento però non è di certo passato inosservato sui social. Ecco un breve video.

Articoli correlati

Back to top button