Cronaca

Ragazza muore di meningite a Lecce dopo un mese di coma | La famiglia: “Malore dopo vaccino Covid”

Lecce, ragazza morta di meningite dopo un mese di coma. La 14enne è finita in coma due giorni dopo la seconda dose di vaccino

Lecce una ragazza di 14 anni è morta di meningite dopo un mese in coma irreversibile all’ospedale pediatrico di Bari. La giovane, originaria del Marocco e da anni residente in Italia, era finita in coma due giorni dopo la seconda dose del vaccino anti Covid. I genitori hanno presentato un esposto in procura chiedendo al pubblico ministero l’esame autoptico.

Lecce, ragazza morta di meningite dopo un mese di coma

La tragedia si è consumata a Ruffano, in provincia di Lecce, dove la 14enne viveva con la famiglia. Lo scorso 17 agosto aveva ricevuto la seconda dose di vaccino Pfizer a Casarano. L’avvocato Pasquale Scorrano ha spiegato: “Solo l’autopsia potrà accertare se ci siano correlazioni tra la morte e la vaccinazione”. 

“Subito dopo la seconda dose, la ragazzina ha accusato malesseri e ha assunto una tachipirina, ma il 18 agosto lamentava forti dolori all’occhio e un gonfiore alla palpebra destra, per cui i genitori l’hanno portata alla guardia medica e qui è stato suggerito il ricovero in ospedale cosa che è avvenuta il 19 agosto successivo, a Tricase“, aggiunge l’avvocato.

La Tac

“Da quello che ci risulta, è stata sottoposta a Tac e sarebbe stata riscontrata una forma di tumore alla parte occipitale, per questo era stato chiesto un approfondimento, ma la ragazza è entrata in coma irreversibile e il 20 agosto è stata trasferita all’ospedale pediatrico di Bari dove i medici hanno diagnosticato una forma di meningite. Ieri è morta. La famiglia ha tutto il diritto di sapere cosa sia successo”.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button