Cronaca

Maltempo nelle Marche, chi sono le vittime e i dispersi | I NOMI

Chi sono le vittime e i dispersi a causa del maltempo nelle Marche? Al momento si contano 11 morti e 4 dispersi

Chi sono le vittime e i dispersi a causa del maltempo nelle Marche? Al momento si contano 11 morti e 4 dispersi, tra cui anche due bambini. Quattro di loro sono di Pianello di Ostra, un paesino dell’entroterra in provincia di Ancona. Due sono padre e figlio, Giuseppe e Andrea Tisba, rispettivamente di 65 e 25 anni. Sono morti insieme, intrappolati nel loro garage. Il figlio giocava a pallone nella squadra locale, sarebbe sceso a recuperare l’automobile, il papà gli è andato dietro per aiutarlo ma sono stati sorpresi e sommersi da un’ondata di acqua e fango.

Maltempo nelle Marche, chi sono le vittime e i dispersi

Morto anche un loro amico, Diego Chiappetti, 51 anni, sposato, con due figli, anche lui sceso in garage e travolto dall’esondazione del fiume Misa che ha rotto gli argini e ha inondato la cittadina. L’altra vittima di Pianello Di Ostra è Fernando Olivi, più di ottanta anni: la bomba d’acqua gli è entrata in casa, un seminterrato, lo hanno trovato lì.

A Trecastelli, altro centro abitato in provincia di Ancona, ha perso la vita una donna anziana ultra settantenne. Un’altra vittima è stata trovata a Barbara, uccisa dal fiume d’acqua entrato in casa. Sempre a Barbara disperse madre e figlia 17enne mentre il fratello, Simone di 21 anni, trascinato dalla corrente del Nevola, si è salvato attaccandosi a un ramo di una grossa pianta per 2 ore. La madre e la sorella sono state trascinate via e sono disperse. “L’acqua me le ha portate via davanti agli occhi”, ha detto il giovane visibilmente scosso.

Nella frazione di Bettolelle (Senigallia) i vigili del fuoco hanno estratto dalla sua auto il corpo di un uomo, annegato per l’alluvione. E si contano già altre tre vittime. C’è un bambino di 8 anni disperso. Salvata, invece, la madre Silvia, una farmacista di Barbara. Proprio a Barbara Simone Bartolacci, 23 anni, fratello di Noemi, ragazzina di 17 anni scomparsa insieme alla madre Brunella Chiu (classe ’66), ha raccontato l’accaduto al Corriere Adriatico: “Siamo stati allertati dai vicini di casa. Abbiamo preso due auto per scappare. Mentre mi stavo allontanando con l’auto ho visto la macchina di mia sorella e mia madre venir travolta dall’onda di piena. Io sono finito su un albero dove sono rimasto aggrappato per ore e dove alla fine mi hanno salvato”.

I vigili del fuoco impegnati nelle ricerche dei dispersi hanno infatti individuato il corpo senza vita del 47enne di Acervia, la cui auto era stata trovata venerdì nel fiume Misa. Mancano ancora all’appello Mattia, 8 anni, e la 56enne Brunella Chiù che era in auto con la figlia. Si cerca in particolare nell’area di Barbara-Castelleone di Suasa anche se le condizioni meteo non aiutano a causa di nuovi temporali e di un tornado.

Chi sono i dispersi

Tra i dispersi ci sono invece due bambini. Uno, di 8 anni, era in braccio alla sua mamma che lo aveva portato fuori dall’auto per tentare di salvarsi. Lei è stata ritrovata nella notte, aggrappata a un albero e soccorsa dai vigili del fuoco ma del bambino per ora non c’è traccia e sono in corso le affannose ricerche. Un’altra bambina è invece dispersa assieme alla sua mamma. Tutti e tre sono della zona di Barbara. Ma c’è anche una quarta persona, di cui non si hanno notizie, trascinata dalla furia dell’alluvione.

Articoli correlati

Back to top button