Cronaca

Mamma spedisce una torta alla figlia, ma dentro il pacco arriva una Sacher mangiata per metà

Il mistero nel tragitto postale da Viareggio a Milano

Per il compleanno della figlia, una mamma ha preparato e le ha spedito una torta Sacher. Purtroppo, la ragazza ha ricevuto una torta mangiata. La festeggiata compie gli anni a Milano, mentre la madre è una pasticcera di professione a Viareggio.

La mamma spedisce una torta alla figlia, ma arriva mangiata

La mamma cura il dolce in ogni dettaglio, prepara il tutto nel miglior modo possibile e va alle Poste per spedirlo. Tutto sembra andare per il verso giusto, il dolce viene imballato con tutti i crismi del caso e inviato in Lombardia. La figlia lo riceve a casa, apre la scatola e ha l’amara sorpresa: qualcuno ha mangiato gran parte della Sacher e si è pure preso una candelina.

Protagonista di questa spiacevole storia è Mariella Barsotti, titolare della pasticceria Mary Sweet nel quartiere di Varignano a Viareggio, in provincia di Lucca. “Mia figlia compie gli anni il 25 agosto – ha raccontato la pasticcera a Repubblica – e mi ha chiesto di spedirle un dolce a Milano, dove vive. Voleva fare una festicciola con più di una decina di amici e amiche, addirittura gente che viene dalla Scozia. Voleva la Sacher, uno dei suoi dolci preferiti, e io l’ho preparata come piace a lei, con il pistacchio sopra“.

Il pacco preparato con cura

Barsotti è andata alle Poste in zona Marco Polo e ha inviato tutto: “Oltre alla confezione del dolce ce n’era un’altra sigillata gialla di Poste. In più avevo scritto ‘dolce sopra, come mi hanno detto all’ufficio postale. Non ho badato a spese per questa spedizione. Sono stata avvertita che il pacco poteva arrivare leggermente ammaccato, ma non avrei mai immaginato quel che è successo dopo“.

Quattro giorni dopo l’invio, arriva una chiamata da Milano. Mariella Barsotti, per uno strano scherzo del destino, la riceve mentre è di nuovo all’ufficio postale viareggino: “Mia figlia piangeva, mi ha detto ‘Hanno mangiato il dolce’. Non ci credevo e così mi ha mandato le foto. Si vede che il dolce è stato tutto mangiato, peraltro con le mani. Chi l’ha mangiato, come un troglodita, ha anche toccato l’imballaggio, sporco di cioccolata“.

Il dolce mangiato

Quel che la figlia trova è incredibile. Qualcuno non ha solo assaggiato il dolce, ma ha reso l’incarto della pasticceria un vero e proprio campo di battaglia. Rimane integro solo un pezzetto di torta al cioccolato. Mariella Barsotti va dunque nell’ufficio del direttore delle Poste: “Pure lui è rimasto colpito. Mi ha consigliato di fare reclamo online che è più veloce, mentre anche lui apriva una pratica. Pochi giorni dopo sono tornata alle Poste e ho fatto pure un reclamo scritto. Solo due giorni fa Poste mi ha contattato per dirmi che avevano accolto la nostra richiesta“.

A Viareggio si dicono dispiaciuti, ma i sospetti ricadono su Milano: “Probabilmente è stato qualcuno al centro di smistamento in Lombardia a mettere la mani sulla Sacher“.

E adesso? A Mariella Barsotti non rimane che aspettare: “Non voglio rimborsi, ci mancherebbe, il danno è morale e non economico. Voglio solo che chi ha sbagliato paghi, voglio che una roba del genere non succeda più, è una cosa inverosimile“. E la figlia come ha festeggiato il compleanno? “Era dispiaciuta, mi ha detto ‘Non voglio più dolci, magari mi faccio delle crepes, non festeggio’. Ha fatto il compleanno senza torta“.

Poste Italiane si scusa per l’accaduto “rassicurando la cliente che riceverà, nei tempi previsti, risposta al reclamo presentato nei giorni scorsi. L’azienda coglie l’occasione per ricordare a tutti i clienti di verificare le condizioni generali di contratto in presenza di spedizioni particolari come quella interessata“.

Articoli correlati

Back to top button