Almanacco

Il 9 marzo del 1973 nasce Matteo Salvini: politico italiano e leader della Lega

Ecco alcuni tratti biografici dell'uomo politico, Matteo Salvini, leader della lega e noto esponente della destra italiana

Matteo Salvini è un politico italiano, segretario federale della Lega dal 15 dicembre 2013. Si tratta di uno dei maggiori esponenti della destra della XVIII legislatura.

Matteo Salvini, tutto quello che c’è da sapere sul celebre politico italiano

Nato a Milano il 9 marzo del 1973, Matteo Salvini è figlio di Ettore (dirigente d’azienda) e di una casalinga. Nel 1988, a 15 anni, partecipò a Doppio slalom condotto da Corrado Tedeschi su Canale 5 vincendo circa 900mila lire.

Le prime esperienze politiche e l’ascesa

Iscrittosi alla Lega Nord a diciassette anni, ottiene il diploma classico al liceo “Manzoni” di Milano, e nel 1992 si iscrive alla facoltà di Storia dell’Università Statale (senza concludere gli studi). Nel frattempo lavora consegnando pizze a domicilio e, poco dopo, al “Burghy” della Galleria Vittorio Emanuele per pagarsi gli studi e le vacanze.


matteo-salvini


Nel 1993 viene eletto consigliere comunale di Milano, mentre l’anno successivo diventa responsabile cittadino del Movimento Giovani Padani. Mantiene la carica fino al 1997, anno in cui è capolista nelle elezioni per il Parlamento della Padania. Matteo Salvini fa parte della corrente Comunisti Padani, che guadagna solo cinque seggi su un totale di oltre duecento.

Nel 1998 diventa segretario provinciale della Lega Nord a Milano, mentre l’anno successivo è direttore di Radio Padania Libera, emittente radiofonica leghista. Nel 1999, nel corso di una visita ufficiale dell’allora Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi a Palazzo Marino, si rifiuta di stringere la mano al titolare del Quirinale, dichiarando di non sentirsi rappresentato da lui.

Gli anni Duemila

Nel 2001 sposa Fabrizia, giornalista di una radio privata di origini pugliesi, che nel 2003 gli dà un figlio, Federico. L’anno successivo abbandona la carica di segretario provinciale della Lega e diventa deputato al Parlamento Europeo: ottiene circa 14mila preferenze e viene eletto nella circoscrizione nord-ovest per la lista della Lega Nord, dopo la rinuncia di Umberto Bossi che preferisce la circoscrizione nord-est.


Matteo_Salvini


Sceglie come assistente parlamentare Franco Bossi, fratello di Umberto, e rimane a Strasburgo per due anni: è membro della Commissione per la Cultura e l’Educazione e sostituto per la Commissione per l’Ambiente, la Salute Pubblica e la Sicurezza Alimentare, oltre che membro della Delegazione per la Commissione Parlamentare Congiunta tra Unione Europea e Cile.

Nel 2006 Matteo Salvini viene sostituito da Gian Paolo Gobbo, venendo riconfermato consigliere comunale a Milano e ottenendo più di 3mila preferenze alle elezioni amministrative. Nello stesso periodo, dopo avere ottenuto la carica di capogruppo leghista in consiglio comunale, viene nominato vice-segretario nazionale della Lega Lombarda.

Eletto deputato

Nel 2008 Salvini viene eletto deputato alle elezioni politiche nella circoscrizione Lombardia: abbandona, però, Montecitorio l’anno successivo, quando viene nuovamente eletto al Parlamento Europeo.


Matteo_Salvini


Nello stesso periodo, in occasione della presentazione alla stampa dei candidati leghisti alle elezioni per la Provincia di Milano, lancia una provocazione suggerendo di destinare alcuni vagoni della metropolitana esclusivamente ai milanesi e alle donne, per contrastare quella che viene definita come l’invadenza degli extra-comunitari.

Le sue frasi alzano un polverone, e vengono stigmatizzate dal Presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, mentre il pidiellino Aldo Brandirali, presidente della commissione Politiche Sociali di Palazzo Marino, che pure fa parte della sua stessa coalizione, riferendosi a Salvini parla di ferocia umanitaria e di ruolo diseducativo.

Il caso Pontida

Sempre nel 2009 è protagonista di altri eventi controversi: durante la festa di Pontida viene ripreso dalle telecamere mentre canta un coro offensivo contro le persone di Napoli, suscitando la disapprovazione di esponenti politici sia di sinistra che di destra. In seguito si scusa per l’accaduto, giustificandosi con il fatto che i canti intonati erano semplici cori da stadio.



Pochi mesi dopo si scaglia contro l’arcivescovo di Milano Dionigi Tettamanzi (critico nei confronti della campagna di sgombero contro i rom voluta dal sindaco meneghino Letizia Moratti), e parla del cardinale come di una persona lontana dal sentimento collettivo incapace di identificare i rom come causa di numerosi problemi.

Anni Duemiladieci

Nel 2012 Matteo Salvini diventa padre di Mirta, avuta dalla sua nuova compagna Giulia (conosciuta dopo il divorzio dalla prima moglie), e lascia il consiglio comunale milanese dopo essere stato eletto nuovo segretario della Lega Lombarda, sconfiggendo l’altro candidato Cesarino Monti con quasi 300 voti di scarto.


Matteo_Salvini


Si ricandida al Parlamento italiano alle elezioni politiche del 2013 e viene eletto: tuttavia, il 15 marzo, prima giorno della legislatura, cessa il mandato e viene sostituito da Marco Rondini, per proseguire l’attività all’Europarlamento, dove fa parte del gruppo euroscettico di destra Europe of Freedom and Democracy.

Parlamento europeo

A Strasburgo è membro della Delegazione per le relazioni con l’India, della Commissione per il Mercato Interno e la Protezione dei Consumatori e della Delegazione per le relazioni con la penisola coreana, oltre che sostituto nella Commissione per il Commercio Internazionale, nella Delegazione per le relazioni con il Sud Africa e nella Delegazione per le relazioni con il Canada.



Nel mese di maggio del 2013 accusa il Ministro dell’Integrazione Cécile Kyenge di voler regolarizzare gli immigrati clandestini nonostante gli accadimenti recenti (poco prima un uomo ghanese a Milano aveva ucciso tre persone a colpi di piccone) e insinuando il rischio di istigazione a delinquere.

Anche in questo caso le sue dichiarazioni suscitano la reazione sdegnata della politica: la Kyenge parla di accuse vergognose, mentre il Presidente del Consiglio Enrico Letta classifica le frasi di Salvini come fuori luogo.



A settembre del 2013 è protagonista, insieme con altri esponenti politici leghisti, di un sit-in a Ceto, in Valle Camonica, sulla strada statale 42, per sostenere gli operai di sette fabbriche del nord Italia che non possono più lavorare (in totale si tratta di più di 1400 dipendenti) a causa del sequestro all’Ilva di Taranto.



Nello stesso periodo si candida come nuovo segretario della Lega, al posto di Roberto Maroni (che pure lo sostiene): le elezioni primarie del partito vanno in scena il 7 dicembre e lo incoronano nuovo segretario grazie all’82 % dei voti (più di 8mila preferenze in totale); l’altro candidato Umberto Bossi è ampiamente battuto. Dal 2015 la sua nuova compagna è la conduttrice televisiva Elisa Isoardi.

La svolta politica del 2018

Alle elezioni politiche del 4 marzo 2018 si presenta cambiando il nome del partito, togliendo la parola “Nord” e inserendo Salvini Premier. I risultati elettorali gli danno ragione: la Lega diventa il primo partito della coalizione di centro destra. La Lega (assieme a Forza Italia e Fratelli d’Italia) conquista anche le elezioni per la presidenza della Regione Lombardia con Attilio Fontana.


Matteo_Salvini


Dopo oltre 80 giorni dalla vittoria delle elezioni politiche – con la coalizione di centrodestra che vede la Lega accomunata a Forza Italia, di Berlusconi e Fratelli d’Italia, di Giorgia Meloni – si arriva al 1° giugno con la formazione di un nuovo governo, la nascita del quale è affidata all’accordo tra Lega e Movimento 5 Stelle. Questi sono i partiti che più di tutti si impegnano a trovare dei punti comuni per la partenza di una nuova legislatura.

L’esecutivo nasce così sotto la presidenza del Professor Giuseppe Conte, proposto dai leader dei due partiti firmatari dell’accordo: Salvini Luigi Di Maio. Nella formazione entrambi ricoprono la carica di vice presidente del Consiglio dei ministri. A Matteo Salvini spetta l’incarico come Ministro degli Interni.

Lo straordinario 34%

Alle elezioni europee del 2019 Salvini porta la Lega a ottenere uno straordinario risultato: con oltre il 34% dei voti è uno dei partiti più votati in Europa.



Il 24 gennaio 2019 è indagato per sequestro di persone aggravato. Il tribunale dei ministri di Catania dispone la trasmissione degli atti e del presente provvedimento al procuratore della repubblica di Catania, affinché ne curi l’immediata riemersione al presidente del Senato per l’avvio della procedura.

L’ipotesi di reato formulata nei confronti di Salvini è quella di sequestro di persona aggravato dall’abuso di potere, poiché, avendo bloccato la procedura di sbarco di nave Diciotti il precedente 20 agosto, avrebbe privato della libertà personale i 177 migranti a bordo della nave. Nell’aprile 2019 la rivista Time lo annovera tra le 100 persone più influenti del mondo, inserendolo nella classifica Time 100.

Decreto Sicurezza bis

L’11 giugno, il Consiglio dei Ministri approva il “Decreto Sicurezza bis” che prevede onerose multe per ONG che violano il divieto di accesso in acque territoriali, arresto obbligatorio in flagranza del comandante o dell’ufficiale della nave che commetta il delitto di resistenza o di violenza contro una nave da guerra (art. 1100 del codice della navigazione), il sequestro immediato e la successiva confisca della nave.



Il 17 e 18 giugno 2019 incontra a Washington il vicepresidente degli Stati Uniti Mike Pence e il segretario di Stato Mike Pompeo.

Il 9 agosto 2019, dopo numerose tensioni all’interno della maggioranza, la Lega presenta una mozione di sfiducia nei confronti del Governo. Il 20 agosto, Conte si presenta nell’aula del Senato e, nel corso del dibattito, accusa Salvini di essere un opportunista politico e di aver aperto la crisi al solo scopo di rincorrere interessi personali e di partito.



Lo stesso 20 agosto, la Lega ritira la mozione di sfiducia precedentemente presentata; a seguito del dibattito, nondimeno, Conte decide ugualmente di rassegnare le dimissioni. Resta in carica fino al 5 settembre 2019, giorno del giuramento del Governo Conte II.

L’opposizione al governo Conte II

Con l’uscita della Lega dall’esecutivo, Salvini assieme all’alleata Giorgia Meloni guida l’opposizione al neocostituito esecutivo di coalizione tra Movimento 5 Stelle e Partito Democratico.



Dopo l’inizio della pandemia di COVID che ha colpito l’Italia a partire dal febbraio del Duemilaventi, Salvini ha più volte criticato la gestione dell’emergenza da parte dell’esecutivo giallorosso, accusato dal leader della Lega di scarsa trasparenza nella comunicazione con i presidenti di regione e con l’opposizione e di una gestione eccessivamente centralista.

A seguito della crisi e della caduta del secondo governo Conte, Salvini ha manifestato il proprio appoggio al nascente governo Draghi, un governo di unità nazionale sostenuto da una maggioranza allargata a quasi tutti i partiti presenti in Parlamento, inclusa la Lega.

Vita privata

Si è sposato nel 2003 con Fabrizia Ieluzzigiornalista presso una radio privata, di origini pugliesi: da lei ha avuto un figlio, Federico, nato in quello stesso anno.


matteo-salvini-e-elisa-isoardi
Matteo Salvini ed Elisa Isoardi.

Dopo aver divorziato dalla moglie, Salvini ha convissuto con l’avvocato Giulia Martinelli – comasca, classe 1979 dalla quale ha avuto una figlia, Mirta, nata nel dicembre 2012.

All’inizio del 2015 la rivista Novella 2000 svela la storia tra Salvini e la conduttrice televisiva Elisa Isoardi, confermata in seguito da entrambi che termina ufficialmente nel novembre 2018.


matteo-salvini-e-francesca-verdini
Matteo Salvini e Francesca Verdini.

Dall’aprile 2019 Salvini è fidanzato ufficialmente con Francesca Verdini, figlia del politico Denis Verdini.

Mostra di più

Antonio Bassano

Giornalista pubblicista dal 2017, ma anche eterno appassionato di lotta, pittura, street photography e del mondo otaku. Cresciuto giornalisticamente grazie al quotidiano L'Occhio di Francesco Piccolo, Antonio Bassano ha un approccio alla professione letterario semplice e spontaneo, nonché orientato a mettere a nudo la notizia senza commistioni o forzature.

Articoli correlati

Pulsante per tornare all'inizio