Meteo

Meteo, fa più caldo in Europa che in Africa. Sfiorati i 43 gradi, sarà afa fino a settembre

Il meteo non fa sconti, il caldo si sente e sarà così fino a settembre. Le temperature sfiorano i 43 gradi e fa più caldo in Europa che in Africa. Questo 2019 si farà ricordare per il caldo. Basta vedere la giornata di ieri per capire la situazione di singolare afa che si avverte nelle ultime settimane.

Meteo, caldo africano in Europa

Mentre ad Algeri non si superavano i 28 gradi e a Il Cairo i 36, a Parigi è stato battuto il record che resisteva dall’agosto 1947: 42,5 gradi. Anche in Inghilterra l’ondata di caldo africano si è fatta sentire con i 39 gradi all’ombra di Londra, gente a torso nudo in metropolitana e permesso di bagnarsi nelle fontane. Nel sud del Paese treni fermi «per troppo caldo» e interrogazione parlamentare. In Olanda e Belgio si sono toccati i 40 gradi. Caldo estremo anche nella Germania occidentale con 39,5 gradi a Bonn.

Meteo: in Italia fa caldo

E in Italia non è andata molto meglio. A Firenze 39 gradi, a Torino 38, a Milano, Roma e Bolzano 37, a Napoli 35. E oggi si replica in attesa della provvidenziale pausa prevista per domenica e lunedì quando i termometri scenderanno al nord di 9-10 gradi, al centro di 6-7 e al sud di un paio. Non date retta a chi vi spaccia 15 gradi in meno: impossibile, se non in alta montagna, nel pieno del solleone. Ma basta e avanza per riprendere fiato.

L’anticiclone africano

Ma che sta accadendo? Succede che l’anticiclone africano si espande sempre più a nord. E attraversando l’Europa prende tutto il peggio che può, umidità del Mediterraneo compresa. Ma mentre a Parigi, Berlino e Londra da domani si tornerà a regime climatico, in Italia si boccheggerà a oltranza almeno fino a metà settembre. Così dettano i bollettini a lungo termine nella speranza che vangano smentiti.

Una situazione anomala

Una situazione europea anomala sotto tutti i punti di vista (ad eccezione della Spagna e della Grecia che stanno mantenendo temperature normali). In Portogallo l’emergenza incendi non è ancora stata domata. Nei giorni precedenti le fiamme avevano devastato decine di migliaia di ettari di bosco lambendo l’autostrada A4 e costringendo i residenti alla fuga. Il bilancio provvisorio è di 39 feriti. In Svizzera, a Zermatt, il torrente Triftbach è esondato.

Caldo, da domani il tempo peggiorerà

Nel nord Europa questa anomalia termica termina oggi. In Italia avremo solo una breve pausa. Da domani il tempo peggiorerà, piogge e nubifragi sono in agenda. E come l’anno scorso c’è il serio rischio di trombe d’aria al nord. Liguria di Ponente e Toscana saranno bersagliate dagli acquazzoni. Domenica il ciclone ci saluta e va a far danni nei Balcani. Sud, Sicilia e Sardegna – che in questi giorni hanno avuto temperature accettabili – rimarranno ai margini del maltempo con prevedibile soddisfazione degli operatori turistici.

Articoli correlati

Back to top button