Cronaca

Diana morta di stenti a Milano, la madre Alessia Pifferi dal gip per incidente probatorio

Diana morta di stenti a Milano, sua madre Alessia Pifferi si è presentata in tribunale per l'incidente probatorio: le ultime notizie

Alessia Pifferi, la 37enne arrestata il 21 luglio con l’accusa di omicidio aggravato per aver lasciato morire di stenti la figlia Diana di quasi un anno e mezzo, abbandonandola da sola in casa per sei giorni, si è presentata in Tribunale a Milano.

Diana morta di stenti a Milano, Alessia Pifferi dal gip per incidete probatorio

La donna, assistita dai suoi avvocati, ha chiesto di partecipare all’udienza fissata dal gip Fabrizio Filice per conferire l’incarico ai periti per gli accertamenti, con la formula dell’incidente probatorio, sul biberon e altri oggetti trovati accanto al corpo della bambina.

Alessia Pifferi ha partorito Diana in bagno

La vita della piccola Diana non è stata solo breve ma anche molto triste. Una bimba mai voluta dalla madre Alessia Pifferi. La bambina morta di fame e sete dopo essere stata lasciata da sola in casa per una settimana, è nata un anno e mezzo fa nel bagno i casa. La piccola Diana ha trascorso i primi 30 giorni di vita in un reparto di ospedale dove era stata ricoverata per problemi legati ai reni scaturiti dalla nascita prematura.  Nel reparto ci era tornata due mesi portata dalla nonna mentre sua madre era a Montecarlo con il compagno di allora.

Articoli correlati

Back to top button