Cronaca

Milano, tensioni durante la manifestazione della Rete Antifascista: ferito un poliziotto

Alcuni manifestanti della Rete Antifascista volevano raggiungere la fiaccolata organizzata da Lealtà e Azione

Tensione nel centro di Milano per la manifestazione della Rete Antifascista Antirazzista Meticcia e Solidale. Per evitare gli scontri con la fiaccolata di Lealtà e Azione, sono intervenute le forza dell’ordine. Negli sconti un poliziotto è rimasto ferito.

Milano, tensioni durante la manifestazione della Rete Antifascista

Le forze dell’ordine sono intervenute per bloccare il tentativo di circa settanta persone che volevano raggiungere piazza Cadorna, dove si stavano riunendo altre 200 persone, provenienti da ambienti della destra radicale e da gruppi no vax.

L’intervento della polizia e dei carabinieri è avvenuto nei pressi di Foro Bonaparte, dopo largo Cairoli, e durante il contatto l’agente è rimasto ferito. Secondo la questura, le persone che hanno provato a deragliare il corteo della Rete Antifascista sono riconducibili all’area antagonista. Gli stessi manifestanti, inoltre, nel tentativo di aggirare le indicazioni predisposte dalle forze dell’ordine, hanno pressato gli agenti della polizia ed i carabinieri, mostrando striscioni e lanciando fumogeni.

La manifestazione di Lealtà e Azione

Nello stesso momento, a Cadorna, si stava tenendo la fiaccolata promossa da Lealtà e Azione, organizzata per chiedere di “bloccare l’invio di armi a Kiev, togliere le sanzioni alla Russia e imporci come forza diplomatica di mediazione delle parti”. Alla manifestazione partecipava anche Gianni Alemanno, ex sindaco di Roma, che su Facebook ha pubblicato un post in cui ha scritto: “La destra torna in piazza per fermare la guerra”.

Articoli correlati

Back to top button