Cronaca

Codacons contro Fedez e attacca ‘Mille’: pubblicità occulta

Mille, pubblicità occulta nella canzone di Fedez, Berti e Lauro: l'accusa del Codacons dopo la pubblicazione del videoclip

La canzone Mille di Fedez, Orietta Berti Achille Lauro conterrebbe una pubblicità occulta. Il Codacons contro Fedez, un’altra volta. L’associazione stavolta attacca il brano Mille, che il rapper ha realizzato con Orietta Berti e Achille Lauro, per pubblicità occulta della Coca Cola. La risposta di Fedez, ormai abituato alle contese con il Codacons, arriva dai social: nelle stories di Instagram, tra foto e clip, l’ironia domina.

Mille, pubblicità occulta nella canzone di Fedez, Orietta Berti Achille Lauro: l’accusa

Il Codacons, che ha presentato un esposto all’Antitrust e all’Istituto di Autodisciplina Pubblicitaria, chiede di sanzionare il videoclip del brano “per pubblicità occulta vietata dal Codice del Consumo, e di vietare la diffusione del videoclip sulle reti televisive e sul web, e della canzone sulle radio nazionali, fino a che non sarà eliminato ogni riferimento alla Coca-Cola“, comunica il Codacons affermando che si tratta “di una pubblicità occulta a danno degli utenti, vietata dal nostro ordinamento e dalle disposizioni varate di recente dall’Antitrust in tema di videoclip musicali”.

La canzone ‘Mille’ è accompagnata da un videoclip che è una vera e propria incitazione al consumo di Coca-Cola,oltre che una pubblicità camuffata da brano musicale che viola le regole disposte dall’Antitrust -scrive l’associazione- Il testo della canzone, infatti, cita più volte la nota bevanda americana”, in un videoclip “dove compare in continuazione il marchio ‘Coca-Cola’, ben visibile agli occhi degli spettatori ma senza informare gli stessi circa l’inserimento di marchi a fini commerciali all’interno del video“.

La nota del Codacons

“Se da un lato è vero che tra le indicazioni contenute nella pagina di Youtube dove è stato pubblicato il videoclip si legge ‘Il filmato contiene marchi e prodotti per fini commerciali. Product Placement: Coca-Cola’ -prosegue il Codacons- è altrettanto vero che tale informazione non basta, poiché non immediatamente percepibile dagli utenti, a meno che gli stessi non vadano a cercarla tra i credits del video, e perché non compare in sovrimpressione all’inizio del videoclip, in modo da informare correttamente i consumatori”.

Ciò, secondo l’associazione dei consumatori, “in violazione delle disposizioni dell’Antitrust che solo pochi mesi fa, sollecitata dal Codacons che aveva denunciato la presenza di pubblicità occulta all’interno di alcuni video musicali, ha disposto che nei videoclip debba essere reso palese l’inserimento di prodotti a fini commerciali, prevedendo segnali in sovrimpressione che avvisino circa la presenza di marchi a scopo promozionale, pena, in caso di inottemperanza, la sanzione pecuniaria da 10mila a 5 milioni di euro”.

Video, testo e significato di Mille, la canzone di Fedez, Orietta Berti e Achille Lauro

Di seguito il testo di Mille, la canzone di Fedez, Orietta Berti Achille Lauro

Quello che hai messo nel rossetto
mi fa effetto
Mi hai fatto un altro dispetto
lo fai spesso
e mi chiudo in me stesso
e balbetto
Si ma quanto sono stronzo
mi detesto
ma tu non ci resti male
che ognuno ha le sue
Si vive una volta sola
ma tu vali due
Vorrei darti un bacetto
ma ti ho detto
se ti fai ancora una dentro il pacchetto

Mi hai fatto bere come un vandalo e sono le tre
Si è rotta l’aria nel mio Panda e vengo da te
però mi dici non salire che è meglio di no
Se cambi idea mi fai impazzire dai baby, come on
Scendi divina dai gradini ma non te la tiri
coi tatuaggi dei latini, con i gelatini
non dire che non te l’ho detto esco
però ritorno presto ti prometto

Quando sei arrivato ti stavo aspettando
con due occhi più grandi del mondo
quante stelle ci girano intorno
se mi porti a ballare
Labbra rosso Coca Cola
Dimmi il segreto all’orecchio stasera
hai risolto un bel problema e va bene così

Ma poi me ne restano mille
poi me ne restano mille

Tre volte di fila beh
Sei sicura che quello che ho preso era solo aspirina se
la notte continua
Mi avevi detto solo un altro ma sono già tre
così sfacciato che domando se sali da me
Spogliami e facciamo un tris, tris
Stanotte questa casa sembra Grease

Quando sei arrivato ti stavo aspettando
con due occhi più grandi del mondo
quante stelle ci girano intorno se mi porti a ballare
Labbra rosso Coca Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
hai risolto un bel problema
e va bene così
ma poi me ne restano mille
poi me ne restano mille

Sa sa Sabato sera
suoni il cla-cla-cla  ca-Cabrio nera
Siamo in macchina, una stella si tuffa e viene giù

Labbra rosso Coca Cola
Dimmi un segreto all’orecchio stasera
Hai risolto un bel problema
e va bene così
ma poi me ne restano mille
poi me ne restano mille

Com’è la canzone, dove e come ascoltarla

La canzone è stata lanciata su tutte le piattaforme e può godere dell’effetto Ferragnez, dato che il rapper sta pubblicizzando con una certa aggressività la canzone sui suoi profili social. “Mille” prova a tenere insieme i diversi stili dei tre artisti, inseriti in una cornice da successo estivo che rimanda alle sonorità cui ci siamo addomesticati negli ultimi anni, ma le premesse sono quelle di un successo che ascolteremo molto in radio.


canzone-fedez-orietta-berti-achille-lauro-video-testo-significato


I presupposti per la collaborazione di Fedez, Orietta Berti e Achille Lauro devono essere certamente nati al Festival di Sanremo 2021. Se i primi due erano insieme in gara, Lauro è stato protagonista in qualità di ospite fisso, proponendo ogni sera uno dei suoi quadri. Una presenza fortemente voluta da Amadeus dopo il successo della partecipazione di Achille Lauro all’edizione di Sanremo del 2020.

L’annuncio

L’annuncio è stato dato a sorpresa dai tre artisti tramite un post su IG che li vede insieme sul set del video, creando attesa e stupore per il brano, con oltre 1 milione di like. Il singolo, prodotto da d.whale, richiama le atmosfere anni ’60, le estati italiane passate tra amori intensi, notti stellate, passi di twist e segreti sussurrati all’orecchio.

“No, ognuno la pensa a suo modo. Ci sono tante persone che non percepiscono la melodia italiana, dicono che bisogna essere moderni. Le nostre radici, però, non vanno snaturate: siamo il popolo del bel canto e della melodia larga. Non dobbiamo vergognarcene. Se tutto il Paese scimmiotta gli stranieri, diventiamo un popolo di copioni. La brutta copia, naturalmente. Noi dobbiamo valorizzare quello che sappiamo fare. Non voglio criticare nessuno però non si può denigrare chi fa quello che ha sempre fatto. Un giornalista mi ha detto ‘Ma Orietta torni a Sanremo e porti ancora una canzone con la melodia italiana?. Ho risposto: ‘Cosa dovevo portare, un rap?’. Mah, insomma…”.

 

Articoli correlati

Back to top button