Cronaca

Multa da 7 milioni per Sky: pubblicità ingannevole e pratica scorretta

L’Antitrust ha inflitto una multa di 7 milioni di euro a Sky, a causa delle sue denunciate condotte, ritenute dall’Autorità lesive del Codice del Consumo.

Multa da 7 milioni per Sky

Nell’agosto del 2018, con il passaggio, nella trasmissione degli eventi sportivi di Serie A e Serie B, dal monopolio SKY al duopolio SKY-DAZN, gli abbonati SKY si sono visti decurtare brutalmente il novero dei match previsti dal pacchetto SKY-Calcio, che, sebbene fosse stato sponsorizzato lasciando intendere che l’avvento di DAZN non avrebbe modificato i palinsesti SKY, è stato, in effetti, ridotto del 30%, per quanto concerne la visione delle partite di Serie A e del 100% per quelle di Serie B, creando non pochi svantaggi per i consumatori.

Proprio grazie alle innumerevoli segnalazioni degli utenti, il Codacons si è mobilitato per tutelare degli abbonati SKY, agendo immediatamente con un esposto in cui denunciava la pratica scorretta tenuta dalla società televisiva.
È stato proprio a seguito di tale esposto, che, nel febbraio scorso, l’Antitrust ha inflitto una multa di 7 milioni di euro a Sky, a causa delle sue denunciate condotte, ritenute dall’Autorità lesive del Codice del Consumo.

La condanna al pagamento

Dopo il ricorso al Tar del Lazio, richiesto da Sky, la situazione per il colosso televisivo non è cambiata. Infatti, la società si è vista riconfermata, da parte del Giudice Amministrativo, la condanna al pagamento della salata multa impartita dall’Autorità.

Articoli correlati

Back to top button