Cronaca

Ostia, 16enne aggredito da 5 coetanei davanti scuola: identificato e denunciato un 19enne

Uno degli aggressori frequenta la stessa scuola della vittima

Un ragazzo  di 16 anni di Ostia è stato aggredito da alcuni coetanei fuori scuola. Uno dei cinque ragazzi che lo scorso martedì 20 settembre ha aggredito un coetaneo di 16 anni davanti all’ingresso della scuola Carlo Urbani, istituto superiore in via dell’Idroscalo, è stato identificato e denunciato dagli agenti del X distretto di polizia di Ostia.

Ostia, 16enne aggredito da 5 coetanei davanti scuola

Si tratta di un ragazzo di 19 anni che avrebbe picchiato violentemente il coetaneo all’entrata di scuola, verso le 8.10 della mattina, insieme ad altri quattro ragazzi arrivati da Fiumicino a bordo di un’automobile. Oltre a lui, ci sarebbe anche un secondo maggiorenne, come riporta in un articolo di oggi il quotidiano la Repubblica.

Il pestaggio

L’aggressione è avvenuta martedì scorso. Sul luogo del pestaggio si sono immediatamente precipitati gli agenti del X distretto di polizia di Ostia: per loro il ragazzo aggredito era uno studente della scuola davanti la quale è stato trovato, il quale ha affermato di non essere a conoscenza del gruppo che lo prendeva di mira e lo ha aggredito con violenza. Tuttavia, secondo i risultati, il gruppo di ragazzi conosceva il ragazzo di 16 anni.

Le percosse erano una spedizione punitiva, nata dai commenti rivolti alla ragazza di uno degli aggressori: uno di loro andrà nella sua stessa scuola. Così, martedì mattina, sono arrivati ​​davanti alla scuola del giovane che, dopo un breve alterco, insulti verbali e insulti, è stato duramente picchiato con pugni e calci. Lo hanno gettato brutalmente a terra, rompendogli la mascella.

Le condizioni del sedicenne

Il 16enne è stato subito portato d’urgenza al vicino ospedale Grassi dove è stato sottoposto alle cure dei medici. Dopo il pestaggio, i cinque aggressori sono fuggiti mentre il 16enne è rimasto a terra. Dopo aver assistito alla scena, alcuni adulti sono intervenuti chiamando la polizia e il 118: in ambulanza è poi arrivato al pronto soccorso, dove i medici lo hanno trovato con una mascella gravemente fratturata. Il ragazzo è stato dimesso lo stesso giorno, ma è stata effettuata una valutazione prognostica a 40 giorni del suo infortunio.

Articoli correlati

Back to top button