Cronaca

Pescara, arrestato per tangenti alla Asl: psichiatra si impicca in cella

Le indagini nelle quali era coinvolto Trotta riguardavano una gara d'appalto per la gestione di residenze psichiatriche extra ospedaliere

Non ha retto il peso delle accuse e si è suicidato impiccandosi nella sua cella nel carcere di Vasto. Sabatino Trotta, medico psichiatra e dirigente all’Asl di Pescara, era stato arrestato mercoledì 7 aprile dalla Guardia di Finanza nell’ambito dell’inchiesta su presunte tangenti assieme a due responsabili di una cooperativa.

Appalti Asl Pescara: suicida in carcere il dirigente Sabatino Trotta

Le indagini nelle quali era coinvolto Trotta riguardavano una gara d’appalto per l’affidamento della gestione di residenze psichiatriche extra ospedaliere, del valore complessivo di 11 milioni. Trotta era il dirigente del Dipartimento di Salute Mentale della Asl: alle scorse regionali si era candidato senza risultare eletto.

Articoli correlati

Back to top button