Curiosità

Rapporto sulla qualità della vita in Italia: il divario tra Nord e Sud è sempre più netto

Il Rapporto sulla qualità della vita in Italia, stilato da Italia Oggi, in collaborazione con l’Università La Sapienza di Roma, conferma Trento come la città dove si vive meglio.

Rapporto sulla qualità della vita in Italia: Trento ancora al primo posto

Trento è la città in cui si vive meglio, ma il divario tra Nord e Sud appare sempre più netto: nel rapporto 2019, infatti, nessuna città del Sud compare nelle prime 68esime posizioni.

La classifica

Ultima in classifica Agrigento, Roma risale dall’85esimo al 76esimo posto. Milano sale dalla 55esima alla 29esima posizione, Torino dal 78 al 49, Bologna dal 43 al 13. Napoli sale solo pochi gradini, dalla posizione 108 alla 104.

Le province migliori

Le prime dieci province in cui si vive meglio, anche questa volta, sono divise tra Nord Est e Nord Ovest: dopo Trento, ci sono Pordenone, Sondrio, Verbano-Cusio-Ossola, Belluno, Aosta, Treviso, Cuneo, Udine e Bolzano, che scende dal primo al decimo posto rispetto al 2018.

E le province del sud?

Scorrendo la classifica fino al 69° e al 70° posto, si incontrano Potenza e Matera. In 35 province su 38 la qualità della vita è risultata scarsa o insufficiente, nel Nordest, invece, in 22 province su 22 la qualità della vita è buona o accettabile, in nessuna scarsa o insufficiente.

La sicurezza

Secondo il rapporto, Pordenone è la provincia più sicura d’Italia, Rimini quella meno socura. Milano si colloca subito prima di Rimini al 106° posto, Roma al 98°. Verbano-Cusio-Ossola si classifica in prima posizione nella dimensione relativa alla sicurezza sociale e personale, ultima Cosenza. Bologna, invece, è la migliore città per istruzione, formazione, capitale umano, ultima in classifica Crotone.

Il tenore di vita

Ancora una volta, Milano si conferma la città con il più alto tenore di vita, seguita da Bologna, Monza e Brianza e Trieste. Roma è solo 44°. Ultima, Crotone.

Articoli correlati

Back to top button