Cronaca

Dramma a Roma, cadavere ritrovato dopo 15 giorni con la pensione in tasca: morto di stenti

La tragedia a Tivoli

Cade in una strada a Tivoli, in provincia di Roma, e muore di stenti: il cadavere è stato ritrovato dopo 15 giorni dal proprietario della casa dove viveva, con la pensione in tasca.

Roma, cadavere ritrovato con la pensione in tasca

Il corpo senza vita è stato rinvenuti in strada: l’uomo, secondo una prima ricostruzione, avrebbe avuto nelle tasche la pensione appena riscossa. Secondo gli inquirenti, si tratta di una morta di stenti. Dunque un altro dramma della solitudine.

L’anziano, senza parenti e senza moglie e figli, è stato rinvenuti in avanzato stato di decomposizione: il decesso, infatti, risale a circa 15 giorni precedenti alla macabra scoperta.

La macabra scoperta

A fare il triste rinvenimento è stato il proprietario dell’abitazione dove l’82enne viveva da solo: ha notato il corpo dell’anziano riverso a terra sotto il sole rovente. Si trovava a passare di lì perché era andato a trovarlo ma purtroppo si è trovato davanti ad una scena tragica.

I soccorsi

Sul posto sono intervenuti i carabinieri e il medico legale. Sul corpo della vittima non sono stati trovati segni di violenza, si ipotizza quindi una morte di stenti.

L’uomo aveva dei problemi e camminava aiutandosi con un bastone, trovato poco distante dal cadavere. Possibile che questo lo abbia fatto inciampare e non sarebbe riuscito ad alzarsi. Non riuscendo ad avvisare nessuno è morto di stenti.

Articoli correlati

Back to top button