Cronaca

“Un taglio alla gola, uccisa con ferocia”, è quanto rivela l’autopsia sui resti di Saman Abbas

I primi esiti sono sconvolgenti e parlano di un taglio alla gola: "Uccisa con modalità feroci"

Nella giornata di ieri, 9 dicembre, è stata effettuata l’autopsia sui resti di Saman Abbas, la 18enne pachistana scomparsa e che sarebbe stata uccisa nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio a Novellara. I primi esiti sono sconvolgenti e parlano di un taglio alla gola: “Uccisa con modalità feroci”.

Saman Abbas, i primi esiti dell’autopsia sui resti della 18enne

Saman sarebbe stata uccisa con modalità “feroci”: è quello che ha rivelato in primo luogo l’autopsia avvenuta nella giornata di ieri, 9 dicembre. È stato rivelato un taglio alla gola di circa 15 centimetri, ma questo dato dovrà essere confermato dall’esame istologico.

L’esame sui resti della giovane pachistana scomparsa e che sarebbe stata uccisa nella notte tra il 30 aprile e il primo maggio a Novellara per poi essere ritrovata in un casolare diroccato a 700 metri dall’abitazione dei familiari il 18 novembre scorso, è durato circa sette ore presso l’istituto di medicina legale dell’Università di Milano.

Indossava i vestiti del video

“Aveva addosso i jeans sfilacciati da lei sul ginocchio per essere alla moda e la felpa. I vestiti sembrano essere proprio quelli riconducibili al video che la riprendevano davanti a casa nelle sue ultime ore prima della scomparsa. Aveva ancora addosso una cavigliera e un braccialetto di quelli portafortuna colorati, ma anche un paio di orecchini. E una folta chioma di capelli”, ha descritto l’avvocato.

Articoli correlati

Back to top button