Sete Gibernau: biografia, carriera e ritiro del celebre pilota spagnolo

Manuel "Sete" Gibernau Bultó (Barcellona, 15 dicembre 1972) è un pilota motociclistico spagnolo. Nipote di Francisco Bultó, fondatore di Montesa e Bultaco

Manuel “Sete” Gibernau Bultó, nato a Barcellona il 15 dicembre del 1972, è un pilota motociclistico spagnolo. Nipote di Francisco Bultó, fondatore di Montesa e Bultaco.

Sete Gibernau, tutto quello che c’è da sapere sul celebre pilota spagnolo

Come conseguenza della sua parentela con Francisco Xavier Bultò, suo nonno, fondatore della Bultaco, casa spagnola produttrice di moto, quella di Sete Gibernau è stata un’infanzia passata a stretto contatto con i motori. Nato a Bercellona il 15 dicembre 1972, Manuel ‘Sete’ Gibernau Bultò, cavalca la sua prima moto a soli 3 anni.

Inizialmente la passione del giovane Sete sono le gare di motocross e trial; solo nel 1990 Gibernau prova l’ebrezza delle moto di velocità, prendendo parte alla coppa Gilera. Gareggia e si forma correndo molte gare in tutta la Spagna e in giro per l’Europa; nel 1991 debutta nelle 125 ottenendo buoni risultati fino al 1995. Nel 1996 approda al Campionato del mondo 250, dove inizia la sua più importante avventura. Inizia in un team privato, ma già a metà campionato Wayne Rainey, ex campione mondiale classe 500, lo richiede alla guida della Yamaha. Con l’aiuto di Rainey nel 1997 Sete Gibernau passa alla categoria delle 500 cc, dove terminerà tredicesimo in clasifica finale.

Nei due anni successivi Gibernau corre con due diverse moto sostituendo i piloti ufficiali di turno: Takuma Aoki prima (1998) e Mick Doohan poi (1999).

Il passaggio alla Honda

sete-gibernau

Finirà sul podio per ben 4 volte suscitando l’interesse di molti. Nel 2000 Gibernau firma il passaggio alla Honda Repsol, ma terminerà il campionato in modo deludente, al quindicesimo posto.

Nel 2001 si unisce al team Suzuki Telefonica Movistar con il quale vince il primo gran premio della sua carriera, proprio in Spagna, a Valencia.

L’anno seguente Sete guida una moto 4 tempi del team di Kenny Roberts e nel 2003 si unisce al team Honda Telefonica Movistar, dell’italiano Fausto Gresini. Durante il campionato il compagno di squadra Daijiro Kato trova la morte in un terribile e drammatico incidente. Sete vince diverse gare onorando con grande dignità e rispetto la memoria del compagno scomparso, ma alla fine non riuscirà a superare il fenomeno Valentino Rossi.

Le grandi prove

sete-gibernau

Il 2004 è un anno emozionante e di grandi competizioni. I due eterni rivali Valentino Rossi e Max Biaggi passano rispettivamente alla Yamaha il primo, e al team Honda il secondo: nella lotta per il titolo mondiale Sete è protagonista insieme ai nostri due italiani.

Nel 2006 passa alla Ducati, ma vive una stagione difficile anche a causa di guai fisici e incidenti, che ne limitano il rendimento facendogli ottenere come miglior risultato due quarti posti. Il giorno 8 novembre 2006 in una conferenza stampa a Barcellona, nonostante la Kawasaki gli abbia offerto un contratto per la stagione 2007, annuncia l’addio alle corse.

Ducati, infortunio e ritorno

Nel 2009 torna a gareggiare nel motomondiale come pilota titolare, in sella alla Ducati Desmosedici del team Grupo Francisco Hernando, ma dopo il GP degli USA, in seguito al ritiro dello sponsor principale della squadra, è costretto ad abbandonare in anticipo il campionato. In questa stagione è stato costretto a saltare i GP di Francia e d’Italia, a causa di un infortunio (sempre alla clavicola) nelle prove libere di Francia. Avendo disputato solo sei gare, termina la stagione 19º con 12 punti e ha ottenuto come miglior risultato un undicesimo posto in Spagna.

Nella stagione 2017 è analista tecnico per il team Repsol Honda di Daniel Pedrosa. Nel novembre 2018, è stato ufficializzato che Gibernau torna a gareggiare nel motomondiale nella stagione 2019 in MotoE; alla guida dell’Energica del team Join Contract Pons 40.

Vita privata

Laura-Barriales

Nella sua vita sentimentale passata c’è un nome importante che risalta su tutti. Si tratta di quello di Laura Barriales (la bella colombiana della fiction “Squadra Mobile”).

I due formavano una bellissima coppia. Lo sportivo era davvero innamorato della Barriales tanto che aveva molti progetti per il loro futuro come il matrimonio e i figli. Laura Barriales, invece, a quanto pare, non riusciva più a vivere la storia d’amore con entusiasmo e non si sentiva pronta per creare una famiglia. Per questo motivo, ha preferito scegliere la carriera e dire addio a Sete Gibernau.

TAG