Curiosità

L’ultimo Palermo che vinse la Serie B

L'euforia ha invaso tutta Palermo nel momento in cui la squadra rosanero ha ottenuto la tanto agognata promozione in Serie B dopo aver battuto il Padova nella doppia finale di pochi giorni fa

L’euforia ha invaso tutta Palermo nel momento in cui la squadra rosanero ha ottenuto la tanto agognata promozione in Serie B dopo aver battuto il Padova nella doppia finale di pochi giorni fa. Una delle piazze più calde del calcio italiano è stata pervasa da un sentimento di allegria assoluto dopo aver recuperato il prestigio mancato, in seguito a una terribile crisi che ha visto il Palermo scendere nei meandri del calcio tricolore. Adesso, però, è iniziata la ripresa. La società più importante della Sicilia torna in quella serie cadetta che nella stagione 2013-14 la vide come grande protagonista vincendo l’ultimo campionato della sua storia.

La connessione argentina di Dybala e Vazquez

La quinta vittoria in B della squadra siciliana arrivò dopo una stagione strepitosa nella quale prima Gennaro Gattuso e poi Giuseppe Iachini si avvicendarono sulla panchina del Renzo Barbera. Si trattò di una delle ultime grandi performance della società presieduta dallo storico Maurizio Zamparini, un presidente che cambiò completamente il modo di vivere e vedere il calcio a Palermo. In quella squadra spiccavano soprattutto due talenti memorabili, Paulo Dybala e Franco Vazquez. Entrambi provenienti dall’Argentina, entrambi mancini, entrambi dotati di una classe sopraffina, i due sudamericani fecero vivere ai tifosi rosanero un’annata spettacolare, nella quale il Palermo raggiunse la promozione con ben cinque giornate d’anticipo, a riprova dell’assoluto dominio in un campionato in cui, alla fine, i punti di vantaggio sull’Empoli furono ben 14. Fu in quell’anno che Dybala diede mostra delle sue virtù da fantasista totale, abbinate anche a uno spiccato senso del goal. Lui e Vazquez si sarebbero poi  ripetuti anche nella stagione successiva in Serie A, dimostrando di essere pronti per il grande salto. Non a caso per quanto riguarda “la Joya” Dybala arrivò la chiamata della Juventus, mentre El Mudo, dopo vari anni in Sicilia, si trasferì con profitto a Siviglia. Se ora Paulo è nel mirino dell’Inter, Vazquez invece è uno dei giocatori più importanti del Parma, una delle compagini con più opzioni di promozione nella prossima stagione da quanto ci indicano le quote delle scommesse sulla Serie B attualmente disponibili e specializzate in questo campionato. La storia avvincente del Palermo non finisce qui, infatti andremo a citare due tra i leader più esperti del club rosanero.

L’apporto di leader esperti come Sorrentino e Maresca

Quella vittoria arrivata con gran fervore otto anni fa fu, tuttavia, frutto della forza di un gruppo compatto nel quale fecero da collante due vecchie volpi come il portiere Stefano Sorrentino e il centrocampista Enzo Maresca. Entrambi provenienti dalla provincia di Salerno, furono gli elementi esperti e scafati che riuscirono a offrire la solidità mentale giusta per poter mantenere la calma e la determinazione necessaria nei momenti più complicati. Alla fine, uno spogliatoio viene composto da tanti giocatori, e oltre al talento serve anche una notevole dose di esperienza e di concretezza, qualcosa che sono soliti apportare i calciatori con più anni alle spalle.

Se il Palermo della prossima stagione vorrà partire come si deve in B, il primo passo sarà probabilmente quello di acquistare giocatori di spessore che possano condurre il gruppo a una risalita graduale ma trionfale.

Articoli correlati

Back to top button