Cronaca

Usa: agente spara e uccide un 16enne, aveva arma ad aria compressa

Il ragazzo aveva con se anche un coltello che ha puntato contro il poliziotto

Ha sparato a un 16enne che brandiva un arma ad aria compressa. È successo a Leonardtown, una cittadina del Maryland, 100 km a sudest di Washington. La polizia ha riferito che l’agente ha risposto ad un paio di segnalazioni che riferivano del giovane armato e che quest’ultima era molto simile ad una vera. L’adolescente, inoltre, aveva anche un coltello.

Agente spara e uccide adolescente armato: aperta un’indagine

L’agente ha affrontato Peyton Ham, questo è il nome del ragazzo, davanti alla sua abitazione. Secondo un testimone citato dagli investigatori, il ragazzo era “in posizione di tiro” e avrebbe puntato l’arma contro il poliziotto, che ha sparato ferendolo. Secondo un altro testimone, il giovane avrebbe estratto quindi un coltello cercando di rialzarsi e l’agente gli avrebbe sparato di nuovo dopo avergli intimato inutilmente di lasciarlo cadere. 

I soccorsi

Immediata la richiesta di soccorsi ma il ragazzo è arrivato morto all’ospedale. Sia l’agente che la vittima sono bianchi. Il poliziotto, in servizio da due anni e sette mesi, è stato sospeso in attesa della conclusione delle indagini. Al momento dell’intervento non indossava la body camera, quindi ora sarà necessario cercare video dell’area circostante.


Leggi anche:

Articoli correlati

Back to top button