Cronaca

Il piano vaccini prende forma: le dosi del farmaco verranno distribuite dall’Esercito

Ad annunciarlo il generale Luciano Portolano

La distribuzione del vaccino covid in Italia verrà affidata all’Esercito: la conferma arriva dal generale Luciano Portolano, che ha ricevuto l’incarico dal Commissario straordinario Domenico Arcuri.

La prima persona a ricevere il vaccino anti Covid in Italia sarà una donna, più precisamente un’infermiera dello Spallanzani di Roma. Questo è quanto si apprende da fonti vicine all’Istituto e alla Regione Lazio. È dunque tutto pronto per l’avvio della vaccinazione in programma il 27 dicembre, il cosiddetto Vaccine Day.

Covid, la distribuzione del vaccino in Italia affidata all’Esercito

Tutto è pronto per il v-day: la distribuzione del vaccino anti covid in Italia inizierà il 27 dicembre, saranno i militari dell’Esercito a distribuire in Italia le dosi del vaccino Pfizer-BionTech. Secondo quanto si apprende, il farmaco verrà custodito in una prima fase all’ospedale Spallanzani e verrà poi distribuito su 21 siti nazionali individuati.

Nuova variante covid, le rassicurazioni della BioNtech

Ed in merito alla nuova variante inglese del Coronavirus, arrivano le prime rassicurazioni sull’efficacia del vaccino. La mutazione del Covid è un pò diversa da quelle prese in considerazione finora, “e non sappiamo ancora precisamente se il nostro vaccino possa proteggere anche contro questa. Dal punto di vista scientifico, però, è altamente probabile che il nostro vaccino possa difendere anche contro questa variante“. A dirlo è il fondatore di BioNtech, Ugur Sahin, in conferenza stampa. Serviranno adesso due settimane per raccogliere i dati a riguardo, ha anche sottolineato.

Vaccino Covid: Zampa “Italia in sicurezza dall’ottobre 2021”

Se il nostro piano di vaccinazioni anti-Covid va bene, nell’ottobre del 2021 l’Italia sarà in sicurezza“. Lo dichiara Sandra Zampa, sottosegretaria alla Salute, in un’intervista a La Stampa dopo il via libera dell’Ema al vaccino di Pfizer e BioNTech.

“Finalmente una bella notizia”, commenta, rassicurando anche sulla variante inglese di Sars-CoV-2 che non dovrebbe influire sul programma di profilassi in partenza.


Tutte le notizie sul coronavirus

Il sito del Ministero della Salute

Articoli correlati

Back to top button