Cronaca

“Babbo Natale dove si trova ora?”, il viaggio in tempo reale spopola sul web

I “Santa Tracker” sono ormai popolarissimi, specialmente in America

Dove si trova ora Babbo Natale? È la domanda che ogni bambino di tutto il mondo si è posto una volta aperti gli occhi questa mattina, così sul web è diventata virale una mappa del viaggio di Babbo Natale (aggiornata in tempo reale). Per visionarla basterà scaricare alcune app. I “Santa Tracker” sono ormai popolarissimi, specialmente in America.

Il viaggio di Babbo Natale (la mappa aggiornata in tempo reale)

Se qualcuno ha qualche dubbio sull’esistenza di Babbo Natale, alcune app potrebbero presto metterli in difficoltà. Milioni di bambini in questo periodo dell’anno aspettano di doni di Santa Claus, ma già dal primo mattino i piccini di tutto il mondo si sono chiesti dove fosse in quel preciso momento. Ed ecco che la ricerca su app e siti web è impazzita tanto che i “Santa Tracker” in poco tempo sono diventati virali, specialmente in America dove il viaggio del personaggio con barba bianca e vestito rosso che attraversa il pianeta emoziona e affascina da secoli.

Babbo Natale, la tradizione

La tradizione trae origini dal 1955 negli Stati Uniti dove si racconta che per errore di tipografia nelle pubblicità di call center di Babbo Natale, i bambini si ritrovaroono al telefono un militare del Comando della Difesa Aerea Continentale in Colorado. I militari non volendo deludere i piccoli risposero alle loro richieste.

Da allora, l’agenzia del Pentagono che oggi si chiama Norad allestisce un call center con volontari nel loro centro operazioni. Nell’era digitale, si è aggiunto anche un sito web https://www.noradsanta.org/, disponibile anche in Italiano, pagine su Instagram, Facebook e YouTube, e una app per smartphone.

La mappa

Il monitoraggio di Norad, che in cambio promuove la sua attività di difesa dei cieli, è diventato virale tanto da scatenare il panico nelle prime ore di questa vigilia quando la mappa non si aggiornava e non vi era traccia della slitta. La notizia è subito saltata alle cronache dei media locali.

Da Instagram a Twitter, sono piovuti messaggi di fan affranti che suggerivano di collegarsi ai servizi di Google https://santatracker.google.com/ e Flightradar24.com, sito che offre aggiornamenti in tempo reale sui voli di linea e che ha un box dedicato a Babbo Natale.

“NoradSanta non funziona oggi, lo preferisco molto di più alla versione di Google ma sono dovuta tornare lì, speriamo che possa essere riparato!”, scriveva su Twitter Kyli_T, studentessa inglese di psicologia.

Il viaggio tracciato

Il viaggio comincia generalmente nell’Oceano Pacifico per muoversi verso ovest e raggiungere l’emisfero orientale e occidentale. Parte tra le 21 e la mezzanotte dell’ora locale.

Come da tradizione, ai bambini spetta mettersi a letto all’orario giusto altrimenti Babbo Natale non farebbe tappa a casa loro.

Articoli correlati

Back to top button