Cronaca

Violenza sessuale al Parco di Monza, 32enne aggredita durante una passeggiata

L’aggressore ha provato a strapparle la biancheria, è fuggito dopo le urla della vittima

Oggi, 28 giugno, una donna è stata vittima di violenza sessuale nel Parco di Monza durante una passeggiata. L’abuso è avvenuto intorno mezzogiorno, lungo viale Cavriga, la strada che collegava le porte di Monza e Villasanta, tagliando in due il polmone verde brianzolo. Il fatto è avvenuto all’altezza della svolta in viale dei Sospiri.

Violenza sessuale nel Parco di Monza

Come riportato dal Corriere.it, si tratta di un’aggressione a sfondo sessuale, commessa, forse, da un cittadino straniero. Sul posto, verso le 12.15, è intervenuta una pattuglia della Questura (che si trovava già in zona per un incendio scoppiato a Villa Mirabello, e l’ambulanza, che ha trasportato al San Gerardo la donna (una 32enne, secondo quanto emerge da Areu) in codice verde, per un evidente stato di choc.

Le urla della donna hanno messo in fuga l’aggressore, di cui si sono perse le tracce. La donna stava facendo una passeggiata, in un momento in cui il parco era semideserto per il maltempo, quando sarebbe stata sorpresa alle spalle dal maniaco, che avrebbe provato a strapparle la biancheria, alzandole la gonna. Le sue urla hanno attirato l’attenzione di altre due passanti che, in quel momento si trovavano al parco per fare sport, e hanno dato la loro testimonianza all’equipaggio delle volanti.

I testimoni

Una delle testimoni è una runner che è intervenuta per prestare il primo aiuto. “Ho visto questa donna sotto choc che veniva verso di me, dicendo di essere stata aggredita da un uomo”, ha detto. Dopo aver raccolto le testimonianze, i poliziotti sono andati in ospedale per sentire la versione della vittima.

Articoli correlati

Back to top button