Cronaca

Abusi su minori nella diocesi di Monaco, coinvolto Papa Ratzinger

Abusi su minori nella diocesi di Monaco. Nel rapporto sui è accusato anche il Papa Ratzinger, per lui comportamenti erronei in 4 casi

Abusi su minori nella diocesi di Monaco. Nel rapporto sui casi di pedofilia nell’arcidiocesi di Monaco e sull’occultamento il Papa emerito Josef Ratzinger viene accusato di comportamenti erronei in 4 casi, relativamente al periodo in cui era arcivescovo.

Abusi su minori, coinvolto anche Papa Ratzinger

Il papa emerito allora arcivescovo all’epoca dei fatti, stando al rapporto, non ha intrapreso nulla nei confronti dei quattro religiosi accusati degli abusi. In due casi si tratta di religiosi i cui abusi erano stati documentati da tribunali statali. I due preti sono rimasti attivi nella cura delle anime, non è stato intrapreso niente sul profilo del diritto ecclesiastico. Un interesse per le vittime da parte di Ratzinger, inoltre, «non è stato ravvisabile». Ratzinger è stato arcivescovo di Monaco dal 1977 al 1982.

La replica di Ratzinger

Accuse respinta dal Papa emerito Josef Ratzinger ha affermato di non aver commesso errori di comportamento per tutti i 4 casi indicati nel rapporto. Lo ha detto Martin Pusch a Monaco. Ratzinger ha rilasciato una dichiarazione scritta, allegata al rapporto.

L’inchiesta

Sono almeno 497 le persone che hanno subito danni nell’ambito degli abusi pedofili nell’arcidiocesi di Monaco. Lo ha spiegato Martin Pusch leggendo il rapporto a Monaco. Per lo più si tratta di giovani vittime di sesso maschile, il 60% dei quali in età compresa fra 8-14 anni.

Centinaia di preti coinvolti

Le persone coinvolte negli abusi sessuali come artefici sono almeno 235, fra cui 173 preti, 9 diaconi, 5 referenti pastorali, 48 persone dell’ambito scolastico. Lo ha detto Martin Pusch., leggendo il rapporto sul fenomeno della pedofilia nell’arcidiocesi di Monaco, fra il 1945 e il 2019.

Il rapporto sugli abusi sessuali a Monaco di Baviera relativo agli anni 1945-2019 e al ministero degli arcivescovi Michael von Faulhaber, Joseph Wendel, Julius Doepfner, Joseph Ratzinger (poi diventato papa con il nome di Benedetto XVI), Friedrich Wetter e, ora, Reinhard Marx.

Articoli correlati

Back to top button