Economia

Bonus cinema, sconti fino a 4 euro per ogni biglietto | IN COSA CONSISTE E COME FUNZIONA

Fino al 50% di sconto sul prezzo del biglietto, basta avere lo Spid

Bonus cinema 2022 per chi ha lo Spid, sconti fino a 4 euro a biglietto per chi è in possesso dell’identità digitale. L’iniziativa è stata annunciata dal ministro della Cultura, Gennaro Sangiuliano.

Cos’è il Bonus Cinema

Con uno stanziamento da 10 milioni di euro l’aiuto economico ha l’obiettivo di riportare le persone nelle sale cinematografiche, cercando di far risalire un settore in ginocchio da ormai tre anni e quello di incentivare la diffusione dello Spid. Il Bonus Cinema è rivolto a tutti gli amanti del grande schermo.

Bonus Cinema 2022, come funziona

Per usufruire delle agevolazioni basterà effettuare l’accesso al Sistema di identità digitale (Spid) generando un QrCode da presentare alla biglietteria. Per ogni biglietto lo Stato riconoscerà uno sconto agli spettatori, garantendo ai proprietari delle sale un contributo di 3 euro per ogni voucher staccato. Tutto questo a patto che il costo dei biglietti totali non superi i 6-7 euro, e verrà applicato direttamente al botteghino prima della proiezione del film fino all’esaurimento dei 10 milioni stanziati.

Spid: come attivare il proprio Sistema di Identità Digitale

Per attivare lo Spid bisogna aver compiuto 18 anni di età ed essere in possesso dei seguenti documenti:

  • Carta di Identità
  • Tessera Sanitaria
  • Una mail
  • Un numero di cellulare

Si può scegliere tra l’attivazione on-line, registrandosi sul sito di un gestore di identità, o in alternativa recandosi in una delle pubbliche amministrazioni che svolgeranno gratuitamente la procedura di identificazione.

Cinema, la dichiarazione del ministro sulla gravità della crisi

Il calo degli spettatori è una realtà che il cinema affronta già da diversi anni, una situazione peggiorata drasticamente con l’arrivo della pandemia. Basta pensare che tra il 2019 e il 2021 la diminuzione delle affluenze nelle sale è stata del 72%.

Sulla gravità della crisi delle sale cinematografiche ha commentato il ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano : “Siamo consapevoli che occorre fare di più. Per questo, come annunciato nei giorni scorsi a Porta a Porta, ho firmato un decreto, il primo dal giorno del mio insediamento, per riportare le persone al cinema a vedere film italiani, stanziando la somma di 10 milioni di euro – continua il ministro – Gli spettatori in possesso di Spid, intenzionati a fruire dell’agevolazione, generano un coupon, di durata limitata, sotto forma di qr code, da presentare ai botteghini per beneficiare dello sconto. Le sale cinematografiche sono già dotate delle tecnologie necessarie per gestire un meccanismo così strutturato. Per ciascun tagliando staccato nell’arco temporale di tre mesi, a un prezzo non superiore a un determinato importo, che oscilla tra i 6 e i 7 euro, lo Stato riconosce un contributo all’esercente pari a 3 euro. In base a questo meccanismo, il prezzo finale del biglietto richiesto allo spettatore sarà non superiore a 4 euro

 

 

Pietro Forino

Pietro Forino, giornalista del network L'Occhio. Amante della lettura e del basket, vive a Mercato San Severino.

Articoli correlati

Back to top button