Cronaca

Carta del Reddito di cittadinanza, quali beni si possono acquistare? La guida completa

Carta del Reddito di cittadinanza, entro fine aprile di aventi diritto riceveranno la card per gli “acquisti” caricata con l’importo calcolato sulla base dei parametri fissati dal decreto. Ma quali sono i beni che si possono acquistare? Una piccola guida per non sbagliare.

Carta del Reddito di cittadinanza, guida completa agli acquisti

I beneficiari sono già stati contattati o lo saranno in questi giorni dall’Inps tramite e-mail o sms ai recapiti indicati nel modello di domanda. Dovranno quindi aspettare la successiva comunicazione di Poste in cui viene fissato l’appuntamento per recarsi all’ufficio postale a ritirare la Carta del Reddito di cittadinanza e il relativo Pin.

 

La card


La Carta del Reddito di cittadinanza funziona come una normale carta di pagamento elettronica con la differenza che, anziché essere caricata dal titolare della carta, è alimentata direttamente dallo Stato. La carta sarà intestata al richiedente e non è possibile avere più carte.

Ecco cosa è possibile acquistare

  • fare alcune spese di beni di consumo
  • si potranno fare acquisti tramite Pos in tutti i supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati
  • pagare le bollette elettriche e del gas
  • prelevare mensilmente contanti pari a 100 euro moltiplicati per la cosiddetta “scala di equivalenza” in base al numero e alla tipologia dei componenti della famiglia (per una scala di equivalenza di 2,1, il massimo che si può prelevare è di 210 euro)
  • effettuare un solo bonifico mensile per il pagamento del canone di locazione della casa di abitazione del nucleo familiare
  • effettuare un solo bonifico mensile per il pagamento della rata del mutuo della casa di abitazione del nucleo familiare

Cosa non si può fare

Ci sono alcune limitazioni però. La Carta del Reddito di cittadinanza non si può utilizzare per

  • giochi che prevedono vincite in denaro
  • effettuareacquisti online e all’estero o prelievi per importi superiori a quelli previsti
  • prelevare all’estero.

E se non spendo tutto?

La somma sulla carta va spesa entro il mese successivo all’accredito, in caso contrario l’importo non speso verrà tagliato del 20 per cento.

Ogni sei mesi viene azzerata tutta l’eventuale giacenza, eccezion fatta per una mensilità

Articoli correlati

Back to top button